Archivio di dicembre 2009

Eventi e siti web del decennio

eventiwebSiamo alla fine di un decennio, il primo del nuovo millennio, ed allora eccoci qui a stilare le solite classifiche, e più in particolare quelle relative al web. Gli americani sono maestri in classifiche, liste e graduatorie (Forbes è una loro creazione) tanto che il mondo intero segue il loro modus operandi: le 7 mosse per..; i 10 principi della..; 3 minuti al giorno e diventi..; e così via. In occasione della 14esima edizione dei Webby Awards, lo IADAS – Accademia Internazionale di Scienze e Arti Digitali di New York, che dal 1996 premia i migliori siti, ha assegnato i webby awards ai 10 eventi più importanti di Internet nell’ultimo decennio. Ed allora vediamo questa classifica: Leggi il resto di questo articolo »

Web 2.0. Il libro di Vito Di Bari è indispensabile per chi vuole vincere la sfida globale

web20Con l’avvicinarsi del nuovo anno, che tutti sperano migliore del 2009, in tv compariranno, d’incanto, gli astrologi che ci diranno quali saranno i segni in e quali out per il 2010. Chi scrive segue con ironia tali previsioni, ma vi posso dire che negli anni che, per il mio segno (acquario), avrebbero dovuto essere positivi l’ira di Dio si è abbattuta su di me. Esistono però altre persone che il futuro cercano di immaginarlo non guardando le stelle, ma lanciando un’occhiata alla società e un’altra a modelli matematici in grado di “vestirla”. Le persone che si occupano di previsioni vengono chiamate futurologi ed in genere sono scienziati ed ingegneri che, sulla base del, comunque imprevedibile, progresso, formulano previsioni a 20-30 anni. La star mondiale dei futurologi è Alvin Toffler, il suo libro “Lo choc del futuro” è considerata da molti la Bibbia della futurologia; tra i futurologi italiani possiamo annoverare Silvio Ceccato, Eleonora Barbieri-Masini, l’equipe di Piero Angela e, per quanto riguarda l’area della semiotica, persino Umberto Eco e Renato Giovannoli.
Il più famoso e mediatico tra i futurologi italiani è senza dubbio Roberto Vacca il quale, negli anni del libro di Alvin Toffler, fece uscire il suo “Il medioevo prossimo venturo”. Un nuovo personaggio italiano della categoria si sta facendo largo nella selva dei futurologi italiani e mondiali, selva nella quale si annidano anche personaggi in cerca solo di pubblicità, -Cosa pensate? Anche tra i futurologi ci sono gli imbroglioni!-. Il futurologo rampante si chiama Vito Di Bari, ed è annoverato tra i migliori 10 futurologi Leggi il resto di questo articolo »

Instantempo nei fumetti

Instantempo è uno stato, nient’altro che uno stato dell’essere perso nei meandri del Cyberspazio.
Mi sono imbattuto la prima volta nella parola instantempo leggendo il fumetto Bonelli Nathan Never, il primo fumetto italiano fantascientifico ed il primo fumetto italiano pensato e realizzato a valle di una preliminare ricerca di marketing. Sigmund Baginov, il genio polacco dei computer dell’Agenzia Alfa del nostro eroe, descrive l’instantempo come un momento della rete, della matrice del Cyberspazio nel quale, in virtù di una sorta di deprivazione sensoriale si può navigare, combattere e morire. Già, anche morire. Perché l’instantempo è di per sé mutevole, soggetto a mutazioni dovute principalmente a variazioni dell’energia della rete; rete che a volte è chiamata anche dal polacco che ama invocare la Vergine di Czechowa, Matrice. E qui il riferimento a capolavori come Neuromante di Gibson e a profeti del Cyberpunk come Bruce Sterling è chiaro, Lapalisse direbbe qualcuno.
L’instantempo come prateria da violare, gli hacker come novelli pirati e cowboy, quelli che amano scorrazzare non tanto nelle praterie e nei mari quanto nell’etereo spazio della rete, del web. Leggi il resto di questo articolo »

Web Marketing: il caso Nel mulino che vorrei

mommy20In un post precedente ho già parlato dell’iniziativa di Barilla Nel Mulino che Vorrei, adesso la riprendo. L’iniziativa della Barilla, non so se è la prima in Italia, è assolutamente interessante per almeno due buoni motivi:
E’ orientata ai Prosumer
E’ orientata alle mamme 2.0.
Con il termine Prosumer s’intende, nella definizione di diversi esperti della rete, e per l’esperto di web marketing Kevin Roberts, il consumatore del nuovo millennio. Il consumatore che non subisce più i prodotti ma che, da protagonista, è in grado di decidere le sorti e il successo commerciale di un prodotto. Non è più possibile mentire con una pubblicità ingannevole. I Prosumer non si fidano della pubblicità, ma la condizionano. Nel bene e nel male. Non subiscono l’onda. I Prosumer sono l’onda. E con questa onda le imprese e gli esperti di marketing dovranno imparare a convivere. Se non vorranno affondare.
Le mamme 2.0 sono le mamme partecipative, quelle che Leggi il resto di questo articolo »

Cerchi clienti. Te li procuriamo noi!

soldiQuasi tutte le aziende stanno costantemente alla ricerca di nuovi clienti. Le strategie classiche diventano sempre meno produttive e gli imprenditori si affacciano sul web, ma senza sapere bene come fare.
Noi di Puntocomunicazione stiamo studiando da 2 anni strumenti e metodologie per soddifare questa esigenza, e possiamo dire finalmente di aver raggiunto un eccellente livello di servizio per i ns. clienti. Da Gennaio, infatti, partirà un progetto “trova clienti” che darà la possibilità agli imprenditori, di tutta Italia, che vogliono avere richieste di preventivo o richieste di informazioni, di conoscere i potenziali clienti che stanno cercando il servzio che loro offrono. Questo porterà richieste e nominativi “caldi” con un buona percentuale sulla chiusura di vendita. Leggi il resto di questo articolo »

Posizionamento sui motori: I segreti della coda lunga!

coda_lungaSpesso incontro clienti che mi chiedono di posizionare il loro sito per una parola chiave molto ambiziosa e troppo generica, come ad esempio: viaggi, benessere, casa, hotel, ecc… Ovviamente da buon consulente sul posizionamento sui motori di ricerca, sconsiglio un’azione SEO che si concentra su parole chiave singole, troppo generiche e troppo concorrenziali, per 2 ragioni:

1) Target troppo ampio. Se voglio posizioanre il mio sito per la parola benessere ad esempio, il target di riferimento per il mio sito è troppo ampio infatti potrebbe esserci il benessere fisico, il benessere emoazionale, il benessere estetico, il benessere economico, ecc… Quindi non targettizzando bene i mio potenziale visitatore non riuscirò a catalizzare chi sta cercando l’informazione che ho da offrirgli.

2) Difficilmente si ottengono risultati decenti nel breve periodo. Infatti essendo benessere una parola molto inflazionata, per posizionare il sito tra i prmi su google ci vuole oltre ad uno sforzo enorme anche molto tempo. Leggi il resto di questo articolo »

Cara Gabriella Carlucci lascia stare Internet e Facebook. E la politica..

L’aggressione di domenica al premier Silvio Berlusconi per mano (statuetta) di Massimo Tartaglia ha scatenato un putiferio.
gabriella_carlucciIntorno al Sultano, nella definizione del politologo Giovanni Sartori, si sono stretti i soliti scherani e le solite amazzoni di Gheddafiana memoria. Tra questa si è distinta l’ex, per niente rimpianta, subrettina e showgirl Gabriella Carlucci.
Gabriella Carlucci approfittando del marasma e della nascita di gruppi pro Massimo Tartaglia su Facebook ha pensato bene di proporre ai ministri Maroni ed Angelino un giro di vite sull’anonimato che circola su internet.
Allora, tanto per iniziare su Facebook ci si iscrive e pertanto anonimato non c’è! Poi cara signora Carlucci, siccome lei parla imbeccata non lo sa, ma il controllo dell’informazione è una prerogativa dei regimi e delle dittature.
Facebook è libero ovunque tranne che in alcune parti del mondo: tra queste cito Cuba e la Cina. La Cina e Cuba sono rette da dittature e governi comunisti.
Oh che Gabriella, un sarà mica comunista il suo boss?
Non vorrà premere la mano in un paese che il premier dice libero e civile facendolo retrocedere a regime controllato e rosso?
Dopo il clamoroso autogol di Michela Brambilla a Ballarò eccone un’altra. Michela Brambilla aveva candidamente sostenuto che la prima della scala è stata trasmessa in 250 stati del mondo.
Gli stati del mondo non arrivano a 200 (sic! !!
Del resto a sparate senza capo né coda la Carlucci non è estranea. Intorno al 2008, e solo per fare ostracismo alla sinistra,aveva criticato la nomina del Leggi il resto di questo articolo »

Quanto costa un’azione SEO ben fatta?

google1Molte persone e molte aziende hanno siti, a volte anche ben fatti, ma che non decollano per mancanza di traffico profilato. Allora, i più intelligenti, si rivolgono a SEO o aziende che sono in grado di posizionare un sito per specifiche parole chiave. Siccome, il servizio di posizionamento sui motori di ricerca è un servizio nuovo, non ha dei prezzi di mercato chiari e soprattutto l’offerta cambia da azienda ad azienda sia dal punto di vista economico che dal punto di vista dello specifico servizio offerto.

Come è possibile orientarsi e giudicare se il preventivo che è stato posto per un’operazione di SEO è vantaggioso? 

Bisogna analizzare alcuni fattori fondamentali:
1) La probabilità concreta di essere posizionato. Moltissimi SEO, dopo un’analisi del sito, valutano le possibilità di entrare nella prima pagina di google ( quella che conta) per determinate parole chiave interessanti per il cliente. Questa è una buona norma. Chi invece vi sembrerà troppo sicuro di ottenere risultati, magari senza neanche aver analizzato il sito e la concorrenza dello stesso, vuole vendervi il servizio ad ogni costo, diffidate, nelle azioni SEO non esistono certezze. Leggi il resto di questo articolo »

Social news che passione! E che confusione!

Il Web 2.0 ha portato, prima ancora del fenomeno dei social network, la moda dei social news, qualcuno usa il termine giornalismo partecipativo, citizen journalism o open source journalism, insomma le informazioni degli utenti, su blog e testate online, veicolate e segnalate su apposite piattaforme.
social_news_bookmarking_italiani-1Una fetta sempre più ampia di internauti si informa attraverso questi portali, privilegiandoli alle tradizionali forme di informazioni quali possono essere la televisione e i quotidiani cartacei. L’elemento che piace a molti è il pensare che tale tipo di informazione, scevra da condizionamento politico, sia più libera, meno controllata, meno censurata.
Bene,in linea di principio, a meno che uno per libertà non intenda anche spamming e lo scambio e lo sharing di materiale porno o peggio, mi sento di dire che un’opinione un po’ più libera e meno condizionata la si può trovare.
Il ma che accompagna l’affermazione precedente è legato al fatto che Leggi il resto di questo articolo »

Quanto investiranno le aziende Italiane nel 2010 per pubblicità online?

internet-marketingLe aziende italiane che investono in pubblicità sul WEB hanno prediletto la pubblicità sui motori di ricerca. Pubblicità di 2 tipi:

1) Azioni SEO ( ottimizzazione del proprio sito per specifiche parole chiave )

2)Pay per Click

Secondo una ricerca effettuata da www.otoresearch.it, oltre il 77% delle aziende che investono i azioni SEO investono anche in Keyword advertising.

La notizia buona per le agenzie valide che offrono tra i loro servizi l’ottimizzazione del sito e la pubblicità online attraverso il payperclick sui motori di ricerca, avranno un incremento di domanda. Infatti, secondo sempre la stessa ricerca, il 61% delle aziende che nel 2009 ha investito sta pensando di accrescere in maniera consistente l’investimento per il 2010. Solamente il 3% ha deciso di diminuirli. La ragione di questo incremento è stata soprattutto che da un’analisi del ROI ( Ritorno sull’investimento), avvenuta attravero un’intervista, oltre l’85% degli imprenditori intervistati sono rimasti soddisfatti dei risultati ottenuti. Leggi il resto di questo articolo »

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp