Il cellulare come bancomat!

Due anni fa leggevo un articolo su un giornale che parlava di utilizzare il cellulare come se fosse un bancomat. Allora, con poca fiducia negli istituti di credito Italiani, pensavo che questa innovazione non sarebbe arrivata presto. Mi sono sbagliato, già è possibile utilizzare il cellulare per pagare in Italia, purtroppo solo per pochi istituti di credito come le Poste Italiane, Popolare di Sondrio, Credito Valtellinese.

Tecnicamente si avvicina il cellulare ad un dispositivo NFC ed è possibile la transazione economica. Esiste ancha la possibilità di effettuare dei pagamenti in remoto ma è necessario scaricare un’applicazione sul cellulare.

Con l’avvento di questa modalità di pagamento, che prevedo diventerà di utilizzo comune, quasi come una carta di credito, i benzinai, gli operatori telefonici e la grande distribuzione organizzata stanno installando i ricevitori a tecnologia NFC necessari alle transazioni attraverso i cellulari.

Se diventerà un successo o no, questo lo sapremo fra qualche anno, sicuramente il mondo della tecnologia dovrà ancdare sempre più nella direzione di portare con se pochi strumenti ma capaci di fare moltissime operazioni diverse. I cellulari di nuova generazione già permettono molto!

In alcune Banche, inoltre, il cellulare può essere utilizzato anche come Bancomat per prelevare contante. Sono pochissimi gli sportelli che presentano questa funzione e sono ancora sperimentali.

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo alla ricerca di soluzioni per la propria assicurazione auto. Un blog del genere può diventare il punto di riferimento per gli utenti che cercano.

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp