Archivio di febbraio 2013

Il content marketing. Alcuni semplici consigli

In un precedente post abbiamo parlato della sempre crescente importanza del content marketing.

Il content marketing nasce con la precipua convinzione che fare content marketing significhi “pubblicare contenuti di qualità”.

L’era di Phineas Taylor Barnum, quello del circo che teorizzò “bene o male purchè se ne parli” è definitivamente crollata.

Il content marketing ha altre regole, basate sull’empatia, sulla soddisfazione di un bisogno e sulla Storia del prodotto e del bisogno.

Il cliente è ovviamente al centro del content marketing. Si parte dai suoi bisogni e desideri e dalle difficoltà che rendono difficile l’acquisto del prodotto agognato.
Si passa poi alla creazione di un contenuto che inviti all’acquisto in modo quanto meno invasivo possibile.

La fase successiva è rappresentata da un dialogo aperto e paritario.

Il content marketing non è un megafono, è un canale doppio, sincero, senza intermediazioni né intermediari: diretto.

In tal modo si offre al cliente potenziale non solo il contenuto, ma altresì le informazioni di cui ha bisogno; il cliente di suo fornisce info in più sui suoi desideri, offrendo, praticamente gratis, un impagabile feedback.   Leggi il resto di questo articolo »

Cos’è il content marketing?

Il 2013 potrebbe essere l’anno della definitiva consacrazione del content marketing.

Per content marketing s’intende, generalmente, la creazione e la condivisione di contenuti rilevanti e di qualità al fine di attrarre, coinvolgere, acquisire e fidelizzare la propria target audience, attuale e potenziale.

Non si tratta di vendita del prodotto tout court, bensì di strategie atte a far emergere, in modo naturale e niente affatto imposto, il tuo brand.

Anziché stordire i clienti, abituali, occasionali e futuri con slogan, il content marketing avvicina gli stessi fornendo dati rilevanti e coerenti con e per il target. I veicoli generalmente usati sono in strategie di content marketing: blog a tema, case studies, report, video, webcast, webinar, whitepapers.

I report, magari sintetizzati in infografiche accattivanti, avranno il compito di incuriosire; un blog a tema rappresenterà il necessario approfondimento.

Leggi il resto di questo articolo »

WiFi libero in Italia? Sì e no

Qualche giorno fa su Twitter rispondevo al Pd che vedeva nel turismo una risorsa (ma va?) che gli stranieri non vengono in Italia anche perché c’è scarsa penetrazione della Rete e, laddove c’è, la stessa è molto lenta e poi c’erano delle forti limitazioni imposte dalla Legge Pisanu, una cosa che per certi versi neanche negli Usa con il Patrioct Act.

Con la scusa della sicurezza si arrivava a vedere ogni persona in un Internet cafè  (in un bar, un ristorante, una pizzeria, etc) come un potenziale terrorista.

Ebbene, è stata accolta con grande giubilo la notizia, diffusa attraverso un comunicato stampa di FIPE-Confcommercio, di un WiFi libero ANCHE in Italia.
Ma è vera gloria? Le cose stanno davvero così? Nì.
In realtà non è cambiato poco o nulla, in quanto non c’è alcun provvedimento del Garante della Privacy.

La FIPE, con il comunicato stampa ha voluto mettere al corrente gli esercenti e gli utenti che forse c’è un accordo di massima con il Garante della Privacy, che infatti non ha smentito la notizia. Ma nemmeno pubblicato alcunché documento. Leggi il resto di questo articolo »

Il web e le PMI. Qualche semplice consiglio per emergere

Con una certa frequenza noi di Puntoblog ci proponiamo di dare delle dritte alle PMI che intendono investire sul web.

Le piccole e medie imprese rappresentano il tessuto lavorativo italiano e, forse per la prima volta, possono competere, grazie alle potenzialità del web, con le major.

Certo, investimenti più copiosi portano risultati maggiori, ma nondimeno è possibile avere delle ottime performance anche per le PMI.

Ecco i nostri consigli, già dati in altre occasioni, ma, come dice il saggio “Repetita Iuvant”.

Fondamentale è la presenza sul web.
Serve quindi un sito web, ma siccome non siamo più ai tempi della bolla dotcom, dove bastava un sito qualsiasi per essere visibili sul web. Adesso occorre che il sito sia ottimizzato e ben posizionato. Leggi il resto di questo articolo »

Gli italiani e l’e-commerce: poco pratici e un po’ impazienti

italia_ecommerceIl Natale scorso sarà per sempre ricordato come il Natale della tredicesima prosciugata dall’Imu, sperando di non ripetere l’esperienza, dobbiamo però dire che il Natale 2012 sarà ricordato anche come quello dell’impennata, in contro tendenza, dell’e-commerce.

Secondo uno studio condotto da MyThings, player della pubblicità digitale, sono stati oltre cinque milioni gli acquirenti online in Italia durante il periodo delle festività natalizie; più in particolare un utente internet su 5, e un italiano maggiorenne su 10.

L’istantenea di MyThings, relativa alle prime due settimane di dicembre confrontate con le prime due settimane di ottobre, fa emergere un  +201% in più di conversioni all’acquisto, l’88% in più di utenti che hanno acquistato cliccando su un banner, 81 euro di spesa media a transazione.

Numeri che hanno un certo peso. Gli italiani cominciano ad acquistare di più online, in decisa crescita anche l’m-commerce, vale a dire gli acquisti effettuati usando dispositivi mobili. Leggi il resto di questo articolo »

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp