Archivio di marzo 2010

Posizionamento sui motori di ricerca, vale più la quantità della qualità!

Ovviamente il titolo è scritto per provocare, ma purtroppo ha un enorme fondamento di verità. Il quesito per essere più precisi, è:

Vale di più scrivere, in un blog, tantissimi post anche se di bassa qualità o scrivere post di alta qualità anche se in numero molto inferiore?

Qualcuno mi risponderebbe, con l’atteggiamento da primo della classe, che il top sarebbe quello di scrivere tanti post e tutti di alta qualità. Certo, è ovvio, ma non sempre questa strada è percorribile dato il costo in termine di tempo e risorse. Allora, bisogna operare un compromesso.

Navigando tra siti che reputo ad alto trust ho notato che, la maggioranza sono costruiti con post di qualità, ma c’è comunque qualche sito che è diventato molto importante scrivendo all’inizio post di bassa qualità in un Italiano agghiacciante, ma in grande numero, anche 50 post a settimana e più. Google, e anche gli altri motori, non sono ancora davvero in grado di giudicare il livello qualitativo di una pagina web, infatti questo parametro lo demandano al conteggio e la valutazione dei Back Link. Allora, per far sfondare il proprio sito web sui motori di ricerca bisogna scvrivere tanto, anche se non di alta qualità. Leggi il resto di questo articolo »

I blog del come fare…

Impazzano nella rete, tantissimi blog che cercano di soddisfare, chi meglio chi peggio, l’esigenza dei tantissimi utenti che effettuano milioni di ricerche al mese sul “come fare” o del “come si fa”, e danno le risposte.

Il sito che sta avendo maggiore successo è saperlo.it di Salvatore Aranzulla, ma ce ne sono tantissimi altri. Il principio è quello di soddisfare il mercato sempre maggiore delle risposte in rete. Yahoo Answers è il più potente e che catalizza la maggior parte del traffico, ma la qualità delle risposte è molto bassa. Mentre, su questi blog le risposte sono di qualità medio alta e le persone trovano spesso le risposte al loro quesiti. Un settore molto ben battuto su articoli che danno risposte pratiche a problemi ed esigenze concrete sul modo del computer in generale è il settore “geek” con siti molto visitati e ben fatti.

Ma perchè molti si stanno affacciando al mercato del “come fare” e del “come si fa?”

la risposta è semplice. Gli utenti dei motori di ricerca oggi sono diventati più smaliziati e ricercano frasi chiave e non più solo parole chiave e soprattutto se hanno bisogno di risolvere un problema pongono la domanda specifica. Questo, che in America è uno dei marcati più ambiti sul web, sta sbarcando molto velocemente anche in Italia. Leggi il resto di questo articolo »

Come scegliere parole chiave che vendono di più?

commercial-intentDare una risposta a questa domanda potrebbe diventare il Santo Graal del nostro secolo. Ovviamente, non essendo nè Indiana Jones nè Dan Brown non ho la risposta, ma qualche buona considerazione sono in gradi di fornirla.

Innanzitutto voglio spiegare che ci sono alcuni web marketer che studiano gli utenti dei motori di ricerca con l’obiettivo di determinare, in base alla perticolare ricerca che hanno fatto, se sono diposti all’acquisto o no. Questi studi, per il web marketing molto ma molto utili, sono complessi e non sempre danno dei risultati davvero attendibili.

Ho trovato online un servizio in lingua inglese, ma sembra funzioni anche con query in italiano, che immettendo la parole chiave o la frase chiave il sistema ti fornisce in uscita un valore in percentuale dell’intenzione commerciale dell’utente che ha effettuato quella ricerca.

Ad esempio se inserisco la parola chiave: “webmarketing” mi riporta come risultato che è una:  Non-Commercial Intention al 55%. Cioè al 55% chi ha digitato questa parole chiave non è disposto all’acquisto. Mentre se inserisco come parole chiave: “webmarketing pratico” mi riporta come risultato: Commercial Intention al 62%, cioè chi digita questa parole chiave è predisposto all’acquisto per il 62%. Leggi il resto di questo articolo »

Il Page Rank aiuta a valutare il Trust?

pagerank_googleQuesta domanda me lo sto ponendo spesso, e spesso cerco, analizzando i siti ad elevato trust, di trovare risposte. Mi capita spesso di vedere siti ad elevato trust con un elevato PR e anche siti con elevato trust ma con basso PR.

Ma quindi il Page Rank da un’indicazione di trust o no?

Per rispondere in maniera adeguata a questa domanda voglio fare prima una premessa. Spesso capita che Google abbassa il PR ai siti che hanno fatto vendita di link. Anche se non li penalizza nelle SERP, gli toglie il PR segnalato della barretta della toolbar di Google. Quiandi diventa poco agevole valutare il vero PR.

Rispondiamo alla questione del legame tra il PR e il Trust. Secondo me il PR porta con se, in maniera precisa ogni tre mesi ( quando viene aggiornato il PR), l’informazione di quanto è famoso sulla rete il sito in esame. Famoso nel senso di ricevere un certo numero di Back link e di una certa qualità, secondo il famosissimo algoritmo. Invece, il trust è tutt’altra cosa. Ma allora che legame c’è con il trust? Leggi il resto di questo articolo »

Negozitalia.it, il rivoluzionario centro commerciale online per i tuoi capricci e i tuoi desideri

petitoGià qualche volta su questo blog abbiamo detto e scritto delle grandi opportunità offerte dall’azione globale che la rete delle reti offre, per alcuni versi la “Tempesta Perfetta” è ancora di là a venire. Nel modo di vendere online la tempesta perfetta, dopo una rapida occhiata alle percentuali ed alle statistiche, è di sicuro di là a venire. Negozitalia.it rappresenta un centro commerciale online, ossia una piattaforma virtuale una agorà,una fiera, dove i clienti e le imprese si incontreranno con un proficuo vantaggio per entrambe le parti.
I clienti “saranno avvisati” durante la navigazione delle offerte e delle promozioni poste in essere dalle imprese che aderiranno al progetto. Le promozioni delle imprese saranno immediatamente rese visibili al cliente che navigherà nel portale, cliente che è già alla ricerca di quel prodotto. Le imprese sfruttando “l’onda anomala” della rete potranno far conoscere i loro prodotti a clienti e consumatori altrimenti non facilmente raggiungibili attraverso il modo tradizionale di fare impresa e mercato.
Questo non significa non essere in target, significaaumentare il TARGET.

Leggi il resto di questo articolo »

Web marketing degli audiocorsi

audiocorsoOggi, sempre di più, le persone cercano informazioni e corsi pratici da poter fare da casa o fuori collegati al proprio pc, con il proprio Ipod, o in tanti altri modi. Quello che oggi vi presento, è il web marketing degli audiocorsi. Un settore che in Italia, anche se molti lo pensavano superato, sta vivendo una seconda giovinezza.

Gli audiocorsi soddisfano un’esigenza figlia dei nostri tempi, che è quella di fare formazione nei momenti morti della nostra giornata. Uno di questi è l’auto. Moltissime persone passano molto tempo ogni giorno nel traffico. Queste persone sono molto interessate ad audiocorsi da seguire con serenità nella propria auto.

Ma come fare per creare un buon audiocorso?

Innanzitutto, bisogna costruire il corso tentendo in conto che l’utente non potrà utilizzare nè la vista nè l’interazione per imparare, quindi,  è fondamentale che la comunicazione utilizzata sia particolarmente coinvolgente e piena di emozione. Poi, il corso va pianificato  utilizzando la strategie della triplice ripetizione: 1) Si introduce l’argomento che tratterà un capitolo; 2) Viene esposto il capitolo in maniera esaustiva; 3) Vengono ricapitolati i punti principali del capitolo appena esposto.

Come può essere venduto un audiocorso? Leggi il resto di questo articolo »

Valore dei click di adsense. Il trading online la fa da padrona

trading-onlineNella mia continua ricerca, per la creazione di siti/blog che possono diventare una rendita mi sono imbattuto, tempo fa ormai, nel settore degli investimenti in borsa attraverso le piattaforme web, il trading online.

Questo è un settore affascinante sia per quello che riguarda l’argomento in se sia per il valore dei click adsense sulle pubblicità di google inseribili su di un sito che parla di trading online.

A me ha sempre eccitato molto studiare e scoprire le strategie migliori per guadagnare soldi in borsa, ma forse il vero guadagno potrebbe essere curando un sito o un blog in questo settore. Ovviamente, non è per tutti. La difficoltà sta soprattutto nel creare contenuti originali e validi, così da crearesi quella reputazione online che fa davvero la differenza.

Di seguito, come in ogni post dove parlo di valore dei click di adsense, riporto le parole chiave che valgono di più sul trading online: Leggi il resto di questo articolo »

Come generare visite gratuite. Yahoo answers

Come generare visite gratuite è il santo graal del web master. Ma è possibile farlo?�
Spesso si utilizzano metodi a volte anche inusuali per ottenere visite cercando ovviamente di utilizzare delle risorse gratuite.
Ma come è possibile generare traffico web usando strumenti gratuiti?
Attraverso Yahoo Answers! Si il sito di domande e risposte del 1° motore concorrente di Google. Ma cos’è davvero Yahoo Answers?

Yahoo Answers non è niente altro che un portale web 2.0 dove tantissimi utenti tutt i giorni interagiscono tra loro ponendo domande e rispondendo ad altre domande. Il funzionamento di questo strumento è davvero semplice e non richiede nessuna competenza speciale. Dopo avere effettuato l’iscrizione è possibile rispondere alle domande che un utente fa cercando di dare la risposta migliore. Leggi il resto di questo articolo »

La morte di Deng Senshan in un campo cinese di recupero da dipendenza da Internet (IAD)

dengL’estate del 2008 fu l’estate delle Olimpiadi di Pechino. Ricordo come il regime, dire governo mi sembra un’offesa alla democrazia, impose una forte censura sulla rete, voglio dire una ancora maggiore censura. Tra i blog messi all’indice ci capitò anche quello dell’ex campionissimo di volley Andrea Zorzi. In che modo un blog di pallavolo potesse rappresentare un “clear and present danger” per la Cina è materia da girare ai sociologi o ai teorici del complotto e delle cospirazioni. Ma non è questo il punto. Il punto è che in tutta la Cina spuntano e sorgono dei centri per la curare la IAD (Internet Addiction Disorder). I “drogati della rete, di internet” vengono curati con metodi brutali, metodi mutuati e cooptati dai servizi segreti, nella quasi totalità dei casi questi centri sono gestiti da ex militari o da ex agenti segreti diventati imprenditori, i quali si arricchiscono facendo anche un favore allo Stato, che usa questi centri come spauracchio per gli adolescenti un po’ troppo ribelli. Mi spiace usare dei nomi, ma a volte non se ne può fare a meno.
Deng Senshan era un adolescente come un altro, sul quale i suoi genitori riponevano molte aspettative; Deng Senshan era Leggi il resto di questo articolo »

Lavorare nel mondo dell’informatica. Attenzione alle università!

gelminiCari amici lettori, oggi parlo di un argomento che susciterà sicuramente delle discussioni e molte persone non si troveranno in accordo con quello che affermerò, il legame tra mondo del lavoro e università italiana.

Io affermo che per trovare lavoro nel campo delle nuove tecnologie, del webmarketing, della programmazione e del web designer andare all’università è deleterio per varie ragioni!

Premetto che io sono laureato in Ingegneria delle telecominicazioni. Vecchio ordinamento. Conosco tantissime altre persone laureate come me tra ingegneria delle telecomunicazioni, elettronica ed informatica.

La rabbia sta anche nel fatto che le offerte di lavoro nell’IT sono aumentate rispetto a 10 anni fa. Ma le università non si sono adeguate.

Sicuramente, la ragione principale, è la totale inadeguatezza dei programmi dell’università italiana rispetto a quello che davvero serve sul mercato oggi. I programmi degli non solo solamente vecchi di anni luce rispetto a quello che si utilizza nelle aziende, ma sono anche organizzati male e pieni zeppi di teoria che si ripete, ripete e ripete ancora tra i vari esami. Di pratica, niente! Leggi il resto di questo articolo »

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp