Archivio di dicembre 2011

I 5 trend del Web Design per il 2012

L’anno volge alla fine ed ormai siamo bell’è che proiettati verso il nuovo anno: verso il temutissimo, e destinale a sentire i maya, 2012.

Gli amici di Ninja Marketing hanno voluto, in un post, anticipare quali saranno, secondo loro, le tendenze del 2012 riguardo al web design.

Hanno messo in rete un post con titolo I 5 trend del Web Design per il 2012.

Ed allora, andiamoli a vedere insieme questi 5 trend.

  • Design dinamico. Ormai, lo hanno capito anche le pietre, non ci si collega più da casa ma ovunque e con qualunque dispositivo: smartphone, tablet e netbook sono ormai molto diffusi. E lo saranno sempre di più. E’ un fattore che i web designer dovranno tenere in debito conto. Il Responsive Design (RD), che permette di cambiare la disposizione ed il numero degli elementi a seconda delle dimensioni dello schermo, si candida a diventare il nuovo standard per il Web
  • Grande è bello. Alla faccia di chi dice e si ostina a difendere la posizione del “le misure non contano”. Tutto sarà più grande, anche il footer, per restare impresso di più. Le immagini saranno a tutto schermo, le icone più ampie e le scritte a caratteri pure.  
  • Keep it sumple. Austerity a go-go anche nei siti. Il 2012 porterà il minimalismo anche nel web designer, tutto ciò che sembra superfluo lo è. E pertanto va rimosso. Il messaggio dovrà essere semplice, diretto, minimal. Senza distrazioni. La semplicità al potere.
  • Infografiche. Le infografiche saranno sempre più usate, con il precipuo scopo di rendere più accattivanti ed immediati anche i dati più noiosi ed ostici.
  • La perfezione del cerchio. La quadratura del cerchio è una sfida matematica e filosofica. La figura del cerchio, per certi davvero perfetta e pregna di significati, sarà il leitmotiv grafico dei web designer per il 2012.

Queste le opinioni di Ninja Marketing, considerazioni peraltro condivisibili, del resto come si fa a non preferire la semplicità del tratto ad una “insalata di bottoni, pulsanti e link”? Ma, siccome siamo nel web 2.0, allora chiedo a voi se avete qualche altro suggerimento?

Idee regalo per Natale? Ecco i 50 libri di Wired

Il Natale si avvicina e, da sempre, uno dei regali più apprezzati è sempre stato rappresentato da un bel libro.

 

Negli ultimi anni, poi, con l’avvento degli ebook, un buon regalo è anche quello di regalare un lettore ebook, il sogno proibito è il kindle, ma in giro ci sono tantissimi altri dispositivi buoni all’occorrenza e dai prezzi decisamente più accessibili.

 

Wired Italia ha risolto il problema, il mensile di storie, idee e persone che cambiano il mondo e che si occupa di tecnologia ha voluto anche suggerire i 50 libri del 2011, quelli assolutamente da leggere.

 

Andiamo un po’ a vedere rapidamente i suggerimenti.

Le belve – Don Wislow. Non vi so dire, non ho mai letto niente di questo autore.

Steve Jobs – Walter Isaacson. La biografia dell’ingegnere dei sogni. Ancora non l’ho letta, ma un mio collega dice che è bellissima.

Dannazione – Chuck Palahniuk. Un autore caustico, di cui ho letto un solo libro. E può bastare. Leggi il resto di questo articolo »

Il blog è vivo ed è donna, ed i brand cominciano a dialogare con loro

Qualcuno aveva già pronto il requiem ed il de profundis.
I blog avrebbero fatto, sotto l’attacco simultaneo di social e piattaforme 2.0, la fine dei forum.
Ed invece, l’ultimo rapporto di Technorati racconta una storia un po’ diversa.

Il rapporto State of the Blogosphere 2011 dice infatti che i blog sono vivi. Eccome.

La fotografia dice che il 61% blogga per hobby, solo il 5% lo fa per lavoro (a tempo pieno).
I blogger maschi sono il 59% del totale, le donne hanno avuto un incremento percentuale del 5%.
Il 65% dei blogger ha una età fra i 18 e 44 anni.
L’80% blogga da più di 2 anni e il 50% da più di 4.
Il 44% scrive almeno 2-3 post alla settimana.
Circa il 30% dei blogger lavora nel mondo dei media. Il 70% blogga principalmente per condividere le proprie conoscenze ed esperienze con altri.
La principale metrica per misurare il proprio successo è la soddisfazione personale (61%), ancor prima del numero di utenti unici (55%), dei commenti (46%), o dei link/condivisioni sociali (36%). Leggi il resto di questo articolo »

Impianti industriali elettrici, anche il web fa’ la sua parte!

Parlare di web ed associarlo ad impianti industriali elettrici è un qualcosa di apparentemente ambiguo. Ma, diciamoci la verità, nel mercato dell’elettricità ad alto consumo, per aziende di un certo calibro anche internet fa’ la sua parte.

Avere un punto di riferimento online, al giorno d’oggi, non basta: bisogna essere presenti laddove un cliente ha necessità. Bisogna farsi trovare, perché un sito web non visitato, ormai lo sappiamo tutti, non è che serve poi a tanto.

Web marketing, posizionamento ed un servizio di trova clienti: questo è il mix vincente!

Leggi il resto di questo articolo »

Barilla vs Plasmon, la pubblicità comparativa sbarca nel baby food

Plasmon versus Barilla. Chi preferite? Sarà un giudice a dirimere la recente querelle tra le due big. Cos’è successo? E’ successo che la Plasmon ha lanciato una pubblicità.

Una pubblicità di tipo comparativa nella quale ha messo in evidenza un suo prodotto paragonandolo alle celebri macine del mulino bianco, che non sono uscite molto bene dal confronto.

Per la Plasmon, le macine sono biscotti per adulti in quanto “possono contenere livelli di pesticidi anche molto superiori ai limiti di legge”.

Barilla ha definito la propaganda “scorretta e ingannevole” perché fa “leva sulla emotività delle mamme”.

La Barilla ha replicato con una iniziativa pubblicitaria orientata a difendere i propri prodotti al grido “Le mamme italiane sanno quello che fanno”.

Sembra uno spot erotico, ma non lo è.

Ad ogni buon conto, il Tribunale di Milano ha disposto un provvedimento di urgenza contro la Plasmon intimando alla stessa la cessazione della pubblicità considerata “ingannevole” e “denigratoria”. Marc Bianchi, esperto di pubblicità, ha osservato che: “E’ da 15 anni che è possibile far pubblicità comparativa, ma di fatto in questo settore, e a questo livello, è la prima volta in Italia, al contrario di quanto accade invece nei Paesi anglosassoni”.

Per la verità qualche pubblicità comparativa è stata già usata in passato nel settore della telefonia.

Antonio Maria Cartolari, direttore delle relazioni esterne della Plasmon, è rimasto un po’ spiazzato: “Ho rotto un tabù. La nostra intenzione era di fare una pubblicità corretta e leale nei confronti dei nostri consumatori, nulla contro Barilla”. Leggi il resto di questo articolo »

Salva la tua impresa con un e-commerce

In non pochi post, sempre su questi bit, abbiamo messo in evidenza cosa può fare il web per le Pmi, per quelle imprese che, sino a non pochi anni fa, avevano una vocazione locale e che ora, grazie alle possibilità del web, ed implementando un bel e-commerce, hanno invece la possibilità di poter avere come potenziali clienti il MONDO INTERO.

Queste cose, lo ripeto, le avevamo già dette. Il settimanale L’Espresso ha fatto di più: ha scovato alcune belle storielle, molto web 2.0, e le ha fatte conoscere.

La prima storia riguarda una torrefazione di Melito, una città a ridosso di Napoli, di proprietà della famiglia Carbonelli.

Una impresa, Caffè Carbonelli,  nata nel 2001 e che si trovava in difficoltà, addirittura si paventava di vendere l’impresa.

Sentiamo le parole di Luca Carbonelli: “Mio padre e mio fratello parlavano di cedere tutto, i macchinari ed il marchio. Poi, l’idea di mettersi a vendere il caffè online. Non ci speravamo nemmeno. Adesso, a un anno dal lancio del negozio e-commerce, il 70% del fatturato è online. E ci siamo salvati.”.

Leggi il resto di questo articolo »

Il Trova Lavoro.it è il nuovo modo di cercare e trovare lavoro sul web

Il successo di questo nuovo portale per la ricerca di Annunci ed Offerte di Lavoro sta’ nell’offrire all’utente una serie di informazioni e di contatti liberi e sempre a disposizione, senza necessità di registrarsi, inviare i propri dati o caricare il proprio curriculum vitae.

Il portale il Trova Lavoro è molto semplice ed intuitivo alla navigazione, infatti la sua struttura semplice e snella consente all’utente di cercare e trovare annunci di lavoro per Area Geografica e per Settore erceologico.

Leggi il resto di questo articolo »

Analisi su Google delle parole Mario Monti e Shakespeare-Edward de Vere

Alcuni fatti mi hanno suggerito (da inesperto di posizionamento) di vedere un po’ come si comporta Big G Google in presenza di un evento capace di far “parlare” il mondo del web.

Gli eventi in esame sono stati due: la nomina di Mario Monti a nuovo premier italiano e l’uscita del film Anonymous sulla vera (?) identità di William Shakespeare.

Abbiamo riportato posizioni e risultati fotografati in tre diversi momenti.
Il sito che contiene le parole chiave oggetto dell’indagine è www.sullanotizia.com , un giornale online d’opinione e pertanto non verticale né su Mario Monti né su William Shakespeare.

Leggi il resto di questo articolo »

Piccola introduzione al web marketing

Ci sono mesi che sembrano più adatti di altri per tenere dei corsi, delle convention o delle adunate generali.

Per quanto riguarda il marketing, ed una sua branca come il web marketing, la primavera ed il tardo autunno sono i momenti preferiti.

Ma cos’è il web marketing? Dare una definizione univoca dei termini web marketing è, of course, una impresa mica da ridere; possiamo dire in prima battuta che si tratta di “portare ed adattare” al mondo del web le azioni ed i passi che generalmente vengono ascritti al marketing “classico”.

Ossia come la disciplina che si occupa dello studio descrittivo del mercato e dell’analisi dell’interazione del mercato e degli utilizzatori con l’impresa.

Il marketing (fonte P. Kotler) è normalmente considerato come lo strumento per creare, promuovere e consegnare beni e servizi ai clienti e alle imprese. Il compito, come si può ben capire, è ad ampio spettro: si parte dal bisogno (magari anche stimolando lo stesso) e si arriva, a valle della promozione alla distribuzione vera e propria. Leggi il resto di questo articolo »

Idee per regali di Natale hi-tech

Ancora Natale ed ancora regali hi-tech.

Questa volta, a corto di idee, mi riservo di copiare spudoratamente i consigli del sole 24ore in tema giustappunto di regali di Natale hi-tech.
Per cui, amici di puntoblog, siete avvisati, quello che leggerete.

Al primo posto, noblesse oblige, la tavoletta dei desideri: l’iPad, costa intorno ai 500 euro.

Subito dopo, il popolare sito, ci propone un bel cellulare: BlackBerry Torch 9800, che è molto più di un semplice cellulare, è l’amico degli svaghi e la segretaria efficiente. Costo? 650 euro.

Sul gradino del podio la cara, vecchia, insostituibile televisione: Toshiba serie 3D WL768, 1600 euro per una estetica da urlo ed una dimensione in più.

Anche l’orecchio vuole la sua parte. E l’avrà con Bang & Olufsen BeoSound 8. Anche qui un design molto minimal si sposa con la funzionalità. Il tutto a circa 100 euro.

Fotografia e mapping, questo è tanto, tanto altro è Casio Exilim EX-H20G. La fotocamera con la geolocalizzazione incorporata, per sapere dove e quando è stata scattata una foto. Prezzo? Intorno ai 350 euro. Leggi il resto di questo articolo »

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp