Archivi per la categoria ‘ecommerce’

Speculare in Borsa tra luci e ombre

speculare-in-borsa-significatoLa speculazione in borsa è un’attività che interessa a molti, ma che richiede delle conoscenze per essere svolta al meglio, cercando di controllare il rischio delle perdite.

‘Non è tutto oro quello che riluce’ non è un’affermazione che vuole disincentivare, al contrario l’intento di questo articolo è di darvi dei consigli utili su come condurre al meglio le vostre speculazioni senza rischiare spiacevoli sorprese. Leggi il resto di questo articolo »

Caldaie in offerta? E’ il momento giusto per scegliere la vostra

Adesso che l’inverno è ormai quasi agli sgoccioli, ma diciamo sommessamente, perché se Marzo s’ingrugna son cavoli amari, è il momento buono per cominciare a dare una occhiata alle caldaie in offerta. Già, perché, come ben sapete, è proprio in questi momenti un po’ – come dire?- di stanca dal punto di vista commerciale che si possono fare buoni affari. Va da sé il prodotto deve essere buono, vendibile, appetitoso, altrimenti non c’è strategia di marketing che possa tenere. E qui, sul prodotto, intendo, in parte si va in discesa. Leggi il resto di questo articolo »

Rapporto UE sull’e-commerce. Italia quasi ultima, ma non è detto sia un male

ecommerce-italiaNe abbiamo parlato innumerevoli volte.
Ma repetita iuvant.

L’e-commerce in Italia è quasi ancora qualcosa di sconosciuto.

 

Se la cosa può apparire per certi versi anche deprimente, per altri versi non lo è affatto, dal momento che significa che ci sono e ci saranno diverse opportunità lavorative in tale settore.

 

I dati Ue sull’e-commerce dicono che, in Europa, si è passati da una quota di consumatori del 20% nell 2004 al 45% (media Ue) del 2012. Un bel balzo non credete? Certo che sì! Ma abbiamo parlato di media, e allora ecco che, a fronte 74% degli svedesi e il 73% dei danesi e britannici nel 2012, c’è l’Italia con un ben più striminzito 17%, al terzultimo posto, e davanti solo a nazioni new entries come la Romania (5%) e la Bulgaria (9%). Vale a dire che siamo dietro anche a nazioni quali Portogallo, Spagna e Grecia.  Leggi il resto di questo articolo »

E-commerce e m-commerce, a che punto siamo?

m-commerce2Avevamo fugacemente parlato dell’m-commerce (indicato a volte come mCommerce o M-Commerce) dicendo che in un futuro prossimo lo stesso avrebbe eroso quote tanto al commercio “classico” quanto a quello elettronico (e-commerce).

A che ora è la Notte? A che punto siamo?

Qualcosa si muove, ma gli italiani restano abbastanza restii a comprare online utilizzando dispositivi mobili o da desktop, che vengono usati perlopiù per controllare la posta, navigare sui social e, in senso più generale, informarsi.

Gli italiani s’informano, fanno un sondaggio da mobile, ma poi non comprano. O comprano poco. Diverse ricerche indipendenti evidenziano che sono circa 3 italiani su 10 quelli che acquistano davvero via internet. 3 su 10, pensateci bene. 3 su 10 con una penetrazione ormai capillare della Rete, resa accessibile, anche grazie al mobile, a tutti.

Nel Regno Unito 9 utenti su 10 acquistano online. sì, vabbè, starete pensando, gli inglesi son sempre vanti. Ma se dicessi che mentre noi siamo al 30% gli spagnoli sono al 50%? Non ve l’aspettavate, vero? Eppure è così. Per una serie di motivi in Italia si è reticenti ad acquistare online. Leggi il resto di questo articolo »

F-commerce anche in Italia? Forse, tra un po’ però!

Tutti sanno cos’è un eCommerce o un e-commerce; in qualche post precedente abbiamo parlato anche dell’mCommerce, ossia del commercio elettronico generato da dispositivi mobili.

Adesso si comincia a parlare di F-commerce.
F-commerce sta per Facebook commerce.

Qualche analista si sbilancia affermando che il social blu, con i suoi quasi 700 milioni di utenti, rappresenta un mercato potenziale enorme, e nei prossimi cinque anni il valore delle transazioni eseguite via Facebook potrebbe essere maggiore delle transazioni eseguite da Amazon. Fanta-Ecommerce? Forse sì, forse no.

Volete usare Facebook per vendere o pubblicizzare un vostro prodotto? I punti da tener presente e ben in mente sono sempre gli stessi. Trovare un campione, fidelizzare gli stessi e contare sul passaparola.
Detto così sembrerebbe facile, non lo è. Niente lo è, quasi mai. Leggi il resto di questo articolo »

L’ecommerce per battere la crisi, ma niente fai da te. Non funziona

Lo abbiamo già detto tante volte ma, come solevano dire i latini, che raramente prendevano abbagli, repetita iuvant.

Ed allora ripetiamolo: la crisi può essere battuta puntando sull’e-commerce.

Se c’è una data per l’inizio formale di questa crisi essa non può che essere lunedì 15 settembre 2008, il giorno buio di Lehman Brothers.

Ebbene, sono passati quasi quattro anni; in questi anni il volume di affari online non è mai diminuito, anzi, ha avuto sempre segno positivo.

Il 2011, tanto per fare un esempio, un anno horribilis per tante attività, ha fatto registrare un sonante +20% rispetto al 2011; se a ciò aggiungete che sono tre anni che la vendita dei prodotti online supera il volume di affari generato dai servizi online, allora potrete ben capire che è il commercio online che può fare da paracadute adesso e da volano successivamente. Leggi il resto di questo articolo »

Salva la tua impresa con un e-commerce

In non pochi post, sempre su questi bit, abbiamo messo in evidenza cosa può fare il web per le Pmi, per quelle imprese che, sino a non pochi anni fa, avevano una vocazione locale e che ora, grazie alle possibilità del web, ed implementando un bel e-commerce, hanno invece la possibilità di poter avere come potenziali clienti il MONDO INTERO.

Queste cose, lo ripeto, le avevamo già dette. Il settimanale L’Espresso ha fatto di più: ha scovato alcune belle storielle, molto web 2.0, e le ha fatte conoscere.

La prima storia riguarda una torrefazione di Melito, una città a ridosso di Napoli, di proprietà della famiglia Carbonelli.

Una impresa, Caffè Carbonelli,  nata nel 2001 e che si trovava in difficoltà, addirittura si paventava di vendere l’impresa.

Sentiamo le parole di Luca Carbonelli: “Mio padre e mio fratello parlavano di cedere tutto, i macchinari ed il marchio. Poi, l’idea di mettersi a vendere il caffè online. Non ci speravamo nemmeno. Adesso, a un anno dal lancio del negozio e-commerce, il 70% del fatturato è online. E ci siamo salvati.”.

Leggi il resto di questo articolo »

Quale tipologia di ecommerce conviene aprire?

Quando si decide di aprire un ecommerce è importante capire che non tutti sono destinati al successo. Spesso si sopravvaluta il mercato online in alcuni settori. Mentre altre volte, imprenditori e commercianti non si rendono conto che l’apertura dell’ecommerce per la propria attività potrebbe diventare un punto di svolta per il successo della propria azienda.

Come si può capire quale tipologia di ecommerce conviene aprire?

Ci sono vari modi per capire quali sono gli oggetti che si vendono online e quali conviene vendere. Innanzitutto conviene vendere quelli cercati online e soprattutto quelli che risolvono un’esigenza ben specifica.

Analizziamo passo passo le strategie per capire quale tipologia di ecommerce conviene aprire: Leggi il resto di questo articolo »

L’e-commerce è possibile grazie a questo signore. Grazie alla Congettura di Riemann

Quando scrivo la lettera Q non faccio altro che configurare una serie di circuiti in modo che poi sullo schermo compaia proprio la lettera Q.
In ultimissima analisi quindi si usa l’algebra booleana.
Quando invece andiamo ad effettuare una transazione elettronica ci affidiamo ad una intuizione del signore che vedete nella foto.
Non cercate questa faccia negli archivi fotografici di qualche università americana perché non la troverete.

Non è lì che dovete andare a cercare la faccia in questione, ma a Gottinga.
Dove si trova Gottinga? In Germania.
E’ a Gottinga che officiava la matematica la divinità della stessa, C.F. Gauss; è a Gottinga che insegnava matematica anche Georg Friedrich Bernhard Riemann.
Noi affidiamo la sicurezza delle nostre transazioni commerciali elettroniche alla verità della Congettura o Ipotesi di Riemann.

So cosa state pensando. Come Congettura o Ipotesi? Non è qualcosa di scientificamente provato? No, una congettura (o parimenti una ipotesi) matematica per diventare teorema deve essere provata rigorosamente.
Purtroppo non esiste il Teorema di Riemann per i Numeri Primi, esiste solo la Congettura di Riemann.

Che resiste da 150 anni. Leggi il resto di questo articolo »

Ecommerce batosta in arrivo dall’europa.

Mi arrabbio spesso quando i politici per occuparsi di fatti personali non si preoccupano di legiferare al beneficio della comunità. Ma a volte se evitassero di fare leggi antieconomiche sarebbe anche meglio. Scusate l’acidità delle mie parole ma ho appena finito di leggere un articolo della repubblica su una decisione riguardo gli ecommerce da parte della Commissione Europea.

In breve l’UE sta per approvare una direttiva, in modifica della “consumers right”, che obbliga i possessori di ecommerce europei a rispettare delle leggi molto più stringenti per quello che riguarda le regole, le condizioni di acquisto, la gestione del reso, ecc…

Queste direttive che contano la bellezza di 1500 emendamenti hanno come obiettivo la cosiddetta “armonizzazione totale” tra le normative oggi vigenti negli stati nazionali. Ovviamente adattandosi alla Germania che ha le norme più stringenti.

Gli operatori del settore sono in rivolta.  Si rischia di aumentare i costi di gestione degli ecommerce da circa 5 miliardi di € a ben 15 miliardi di € ( in tutta europa. L’italia conta il 10% di questo business). Con conseguente aumento dei prezzi ai consumatori.

Questi sono i punti che non piacciono a nessuno:

Leggi il resto di questo articolo »

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp