Archivi per la categoria ‘soldi’

Crisi economica: non ne siamo ancora usciti, ma la produttività cresce.

Ebbene si, come potevamo già immaginare il verdetto finale di questo 2010 riguardo alla crisi economica mondiale è il seguente: la crisi non è finita. 

I suoi effetti si fanno ancora sentire, ma ci sono già buone prospettive per il futuro, almeno per quanto riguarda la produttività: secondo alcune previsioni sembra, infatti, che il 2011 sarà l’anno in cui la ripresa tanto auspicata dagli esperti, anche se lenta e debole, non tarderà a mostrare le sue prime avvisaglie.

L’ultimo semestre di quest’anno mostra quindi chiaramente come la ripresa economica non sia ancora iniziata, ma, d’altro canto, bisogna fare invece un discorso a parte per quel che riguarda la produttività.

Leggi il resto di questo articolo »

La regione Marche premia le aziende che assumono!

Spesso le regioni cercano di trovare strategie per aumentare il numero di dipendenti all’interno della propria realtà per abbassare la disoccupazione dell’intera regione.

La regione Marche cerca di migliorare la situazione difficile con un premio di 2500,00€ per le aziende che trasformano una collaborazione in assunzione a tempo indeterminato.

Questa soluzione non ci convince molto perchè le aziende in difficoltà non penseranno certo di trasformare una collaborazione in contratto a tempo indeterminato per 2500,00€. Mentre le aziende che stavano pensando di assumere, e che molto probabilmente lo avrebbero fatto lo stesso, si trovano con un regalo, inaspettato, ma totalmente inutile per l’obiettivo della regione.

La nostra impressione è che questo bando sia stato creato soloper buttare un po’ di fumo negli occhi delle persone e per far credere loro che la regione stia facendo qualcosa per la disoccupazione.

Comunque per chi fosse interessato al “premio” di 2500,00€, rientrano in questo bando: Leggi il resto di questo articolo »

In Campania pronti 200.000€ a fondo perduto per chi innova

Eccellente iniziativa della regione Campania, grazie al Ministero dello sviluppo economico, lancia BIOSTARTNET, un progetto di promozione e di assitenza tecnica per la nascita e lo sviluppo di imprese biotecnologiche.

Il programmna prevede, nella prima fase, l’aiuto nella stesura del piano d’impresa e nella verifica della fattibilità tecnica, economica e finanziaria dell’idea.

La seconda fase prevede servizi di supporto allo start-up di impresa.

Solo le imprese che riusciranno a superare la prima fase, che è anche di valutazione del progetto, avranno accesso a 200.000,00€ a fondo perduto.

L’iniziativa della regione Campania si rivolge ad aziende che sono interessate a realizzare un’idea imprenditoriale connessa allo sfruttamentoi dei risultati di ricerca nell’ambito delle biotecnologie.

Tutte le domande di ammissione dovranno essere presentate entro e non oltre il 15 novembre 2010, verranno aggiudicati soli 30 progetti ritenuti meritevoli, quindi conviene presentare le domande anche molto prima della data di scadenza.

Come fare per proporre la propria idea alla regione?

Bisogna collegarsi al sito www.regione.campania.it e scaricare i relativi moduli.

Come reperire fondi agevolati per un’impresa?

In Italia, spesso, sono presenti bandi per l’assegnazione di fondi per lo sviluppo economico. Con modalità diversi in base alla regione di appartenenza e alla categoria di impresa.

Le modalità di finanziamento maggiormente utilizzate sono: Finanziamenti con parti a fondo perduto e la restituzione a rate con tasso agevolato, credito d’imposta, agevolazione nell’acquisto di macchinari, agevolazioni nell’aperture di imprese con copertura economica di oltre il 50%, ecc…

In questo periodo sono presenti in Italia varie soluzioni di finanziamento:

LAZIO: Agevolazioni fino al 100% delle spese nei finanziamenti stanziati dalla Regione Lazio dedicati alle PMI del turismo. Possono beneficiarne: Strutture recettive alberghiere ed extralberghiere, motel, affittacamere, e campeggi, ad esclusione dei bed & breakfast.
Tra le spese finanziabili: la progettazione di massima ed esecutiva, lo studio di fattibilità economico, la direzione dei lavori, collaudi di legge. L’agevolazione fino la 10% dell’investimento complessivo. L’incentivo copre, inoltre, anche spese per opere murarie ed impianti. Importo minimo finanziato è 50.000,00€, importo massimo finanziato 200.000,00€ Leggi il resto di questo articolo »

Contro la crisi tassare banche e finanza. L’Unione Europea propone

I leader dell’Unione Europea presenteranno al G20 della prossima settimana una proposta comune per tassare le banche e le transazioni finanziarie.

Se i partner del G20 non dovessero accettare di far passare in tutto il mondo quiesta proposta l’Unione Europea è pronta a varare questa legge da sola.

Secondo il Consiglio Europeo “Gli Stati Membri dovrebbero introdurre un sistema di prelievi e tasse sulle istituzioni finanziarie per garantire un’equa suddivisione degli oneri e concedere incentivi per contenere il rischio sistemico”.

Questa è una proposta concreta per combattere una crisi economica strutturale causata anche dalle speculazioni finanziarie non ben regolamentate.

Ma la domanda che mi pongo io è: Se tassano le Banche e le transazioni finanziarie non è che questi istituti ridistribuiscono le spese in più tra i correntisti?

Se così fosse praticamente come al solito la crisi la pagherebbe sempre la massa dei contribuenti.

Lakshmi Mittal un “Paperone” che si è arricchito in piena crisi

La storia dell’economia è piena di casi in cui delle persone sfruttano i cambiamenti delle crisi economiche per arricchirsi, la storia che vi racconto oggi è quella di un Indiano residente in Gran Bretagna che nell’ultimo anno ha raddoppiato il suo patrimonio passando da 11 miliardi di sterline ( circa 13 miliardi di euro) a 22 miliardi di sterline ( circa 26 miliardi di euro) in un solo anno.

Il settore in cui opera è quello dell’acciaio, praticamente ormai ne domina il mercato esistente, i cui prezzi sono aumentati sensibilmente grazie alla richiesta sempre maggiore da parte dei Paesi Emergenti.

Mentre in Europa e negli Stati Uniti stiamo lottando contro una crisi finanziaria importante chi riesce a vendere materiale per lo sviluppo ai Paesi Emergenti riesce ancora a fare guadagni spaventosi.

Nasce da un villaggio dell’India senza elettricità nè acqua corrente. La sua fortuna, però, parte con un evento “sfortunato”, il governo indiano negli anni ’70 decise di bloccare gli investimenti privati nel settore dell’acciaio, la sua famiglia, quindi si trovò senza azienda e senza mercato. La maggior parte dei suoi concorrenti, scoraggiati, si arrese ai fatti e mollò tutto, mentre la famiglia Mittal aprì un’azienda in Indonesia e Lakshmi Mittal a soli 26 anni ne divenne il direttore. Leggi il resto di questo articolo »

Nuovi incentivi alle imprese per ripartire!

Spesso in Italia, si cerca di far ripartire l’economia danno nuovi incentivi alle imprese. Vi riporto di seguito le situazioni attive in questo momento in Italia, regione per regione.

PUGLIA. PICCOLE IMPRESE TURISTICHE. Contributi in conto interesse fino al 40% per le piccole imprese turistiche della Puglia che abbiano le seguenti caratteristiche: meno di 50 dipendenti e fatturato annuale inferiore ai 10 milioni di euro. Gli investimenti devono essere almeno di 30.000,00€ e devono riguardare l’ampliamento, l’ammodernamento e la ristrutturazione delle strutture turistico-alberghiere oppure la loro realizzazione, attraverso la ristrutturazione di trulli, case rurali. Inoltre questi fondi possono essere utilizzati anche per la realizzazione o l’ammodernamento di stabilimenti balneari.
I progetti devono essere realizzati in data successiva alla presentazione della domanda di agevolazione.
INFO: www.sistema.puglia.it

PIEMONTE. INCENTIVI A IMPRESE ARTIGIANE. Contributi in conto interesse del 50% per le imprese artigiane piemontesi. I contributi sono per l’acquisto di macchinari, attrezzi uovi e usati, autoveicoli nuovi al servizio delle attività svolte dall’impresa, acquisto software, brevetti, marchi, licenze, sistemi di qualità aziendali, siti internet, acquisizione di aziende o loro rami, scorte di materie prime e prodotti finiti.
INFO: www.artigiancassa.it

Leggi il resto di questo articolo »

I giochi online con fatturati e crescita da capogiro

Anche in periodo di crisi esistono settori in crescita, alcuni anche con crescite a 2 cifre. Uno di questi è il gioco online. Skill games, siti di scommesse e siti di poker online.

La crescita è spaventosa infatti il settore in esame è crescituto nei primi 4 mesi del 2010, rispetto ai primi 4 mesi del 2009, del 51%. Passando da 1160 miliardi di dollari a circa 1780 miliardi. Sono numeri da capogiro.

Questi numeri sono spettacolari ed è doveroso fare qualche riflessione.

Perchè aumenta così tanto il fatturato dei giochi online?
Ci sono vari fattori importanti. Uno è sicuramente la liberalizzazione del mercato degli skillgames qualche tempo fa. Non da sottovalutare anche la chimera di guadagnare o vincere online. A volte il gioco può diventare una droga, ed infine, quella che secondo me è la ragione principale, che  in ogni periodo di crisi la popolazione si affida molto di più alla fortuna per risalire la propria condizione socio-economica. Infatti le impennate su prodotti come il gratta e vinci si hanno quando ci sono periodi di crisi economica. Leggi il resto di questo articolo »

Un miliardario cinese acquista la Volvo

Il Milardario cinese Li Shufu, con il suo gruppo Geely ha acquistato dalla Ford la Volvo per la cifra di 1,8 miliardi di dollari. Mentre nel 1999 la Ford acquistò la stessa azienda per quasi il quadruplo della cifra.

Ma i cinesi non erano quelli che costruivano a basso costo pezzi di bassa qualità?

Questo ormai è solo un pregiudizio. Infatti l’economia cinese, cresciuta sulla copia di bassa qualità di molti prodotti, attraverso discutibili strategie di sfruttamento, oggi acquista aziende e soprattutto know-how da grandi aziende occidentali in difficoltà.

Ma chi è Li Shufu?

La leggenda narra che il giovane Li a 18 anni riceve un regalo da parte dei genitori di 100 yuan, con i quali acquista una macchina fotografica usata e una bicicletta usata. Ha passato qualche anno a girare per la Cina fotografando la sua terra, lo Zhejang, e vendendo le cartoline.

Dalla fotografia, poi, è passato alla chimica, ai frigoriferi, ed infine ai motori. Certo niente male passare da 100 yuan a 1,3 miliardi di euro ( secondo le stime di forbes).

Un po’ figlio dei tempi, un po’ figlio di una Cina che ha creato dei super ricchi sfruttando il lavoro a basso costo, quasi schiavitù, del resto della popolazione. Leggi il resto di questo articolo »

Quanto costa realizzare un sito web?

Sapete quali sono le domande più gettonate per una agenzia web  come Puntocomunicazione?

Ovviamente:
Quanto costa realizzare un sito web?
Quanto costa un sito dinamico?
Quanto costa un sito statico?
Quanto costa un ecommerce?

Per rispondere correttamente a questi questiti non sempre è facile. Infatti la risposta che danno tutti i commerciali delle web agency è: Dipende. Dipende dalla grandezza dal sito, dipende se il sito web da realizzare è statico o dinamico, da quante pagine è composto, se è dinamico quali operazioni deve poter svolgere, se bisogna fare operazioni SEO, se scrivere le pagine con un taglio commerciale o di rappresentanza, ecc…

Quindi con troppi dipende, allora, noi di Puntocomunicazione, ma penso moltissime web agency anche, facciamo 2 incontri. Il 1° dove prendiamo in esame tutte le vere esigenze del nostro potenziale cliente, consigliandogli bene cosa è meglio per lui realizzare. Il 2° appuntamento presentiamo un progetto, ad hoc, con quello che verrà realizzato scritto su un preventivo modulare ( a pezzetti ), dove è possibile trovare tutte le informazioni con i tempi di realizzazione e i relativi costi.

Mi rendo conto di non aver riposto alla domanda, lo so!

Ora cercherò di dare un’idea dei prezzi per tipologie di sito web realizzato da una web agency che rispetta le seguenti caratteristiche:

  • Non eccessivamente famosa
  • Che abbia realizzato almeno un centinaio di lavori ( altrimenti l’esperienza è poca e i prezzi sono falsati)

Vediamo allora quanto costa realizzare un sito web: Leggi il resto di questo articolo »

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo alla ricerca di soluzioni per la propria assicurazione auto. Un blog del genere può diventare il punto di riferimento per gli utenti che cercano.

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp