Il web potrà essere solo mobile?

Si sta parlando, molto spesso ormai, che entro i prossimi 5 anni il “traffico” mobile (smartphone, tablet pc, internet key, ecc…) supererà il traffico da postazione fissa. Questa previsione l’ha fatta Morgan Stanley, non un blogger qualsiasi.

La domanda che mi pongo io è ma il web potrà essere solo mobile?

Quale potrebbe essere uno scenario attendibile per il mondo della grande rete?

Queste domande, me le pongo da qualche tempo, anche per capire in che modo cambierà e si svilupperà il web, e conseguentemente in che modo dovremo, noi della puntocomunicazione adattarci ai nuovi business online che nasceranno.

Se davvero il web diventerà solo mobile sarà necessario che la maggioranza delle agenzie web si adattino a creare nuove tipologie di siti e nuove tipologie di campagne di web marketing.

Comunque, secondo me il web difficilmente sarà solo mobile, per alcune ragioni strutturali e per alcune esigenze di massa:,

  • Innanzitutto le connessioni “Wired” ( connessione attraverso il cavo ) sono e saranno ancora per molti anni più performanti delle connessioni mobile. La banda, lo sanno anche i sassi, è il fattore più importante per lo sviluppo delle applicazioni web, ed è anche il collo di bottiglia, infatti si sviluppano più velocemente le applicazioni e le tecnologie che la banda per sostenerle. Questo ovviamente andrà a sfavore del mobile.
  • La massa delle persone che navigano attraverso connessioni mobile ( soprattutto smartphone e tablet pc ) lo fa solo per aggiornare i propri account dei social network e per la posta elettronica. Raramente ci lavora o ci studia. Impossibile o quasi, invece utilizzare software di lavoro online. Questo potrebbe portare a rendere il web “wired” soprattutto dedicato alla ricerca, al lavoro e allo studio.
  • La massa delle persone, oltre ai social network vuole poter visionare video e ascoltare audio attraverso il web. Per questo la banda e la copertura di rete devono essere ottimali. Questa è una delle ragioni del grande successo del Ipad, molto focalizzato su applicazioni di “cazzeggio”.

Queste riflessioni mi portano a pensare, da qualche tempo, che il web si dividerà in 2 tronconi:

  1. Chi utilizza il web per lavoro, studio o ricerca, o utilizza software online che necessitano di una postazione fissa utilizzerà comunque soprattutto le connessioni “wired”
  2. Chi invece il web lo utilizza soprattutto per il “cazzeggio” per la posta elettronica, per i social network, o è spesso in viaggio utilizzerà soprattutto, se non esculsivamente una connessione mobile.

Inoltre, non bisogna sottovalutare che ha la necessità di utilizzare il computer per alcune applicazioni dove il supporto hardware è determinante come chi si occupa di grafica ( monitor eccellenti, schede grafiche eccellenti ) o per giochi ( joypad, ecc…) o per altre applicazioni che presentano altri aggeggi hardware, non necessiteranno del mobile.

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo alla ricerca di soluzioni per la propria assicurazione auto. Un blog del genere può diventare il punto di riferimento per gli utenti che cercano.

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp