Social mania, quanti social! Verrebbe da dire: “ho visto cose che voi umani non..”. Vediamone alcuni

Ormai l’hanno capito anche le pietre che siamo in pieno social-mania, la crescita di Facebook in Italia, pur non tumultuosa come quella del 2009, sta continuando in misura minore, ma sta continuando, anche in questo 2010. E Facebook, con la sua popolarità ha il merito di fare da volano anche a qualche altro social.
E’ il caso ad esempio di Badoo che, arrivato mediamente sui nostri Pc, prima del social di Mark Zuckerberg si sta giovando, statistiche alla mano della voglia di social e dopo un forte appannamento è in ripresa.
Per un Badoo in ripresa c’è però un Bebo che in Italia non è mai decollato e che è stato svenduto, se non proprio regalato, da AOL a  Criterion Capital Partners (AOL lo acquistò per una cifra esorbitante, circa 850 Milioni di dollari, e lo ceduto per una cifra tra i 3 e i 30 Milioni di dollari).
E se Badoo è in ripresa non accenna invece a diminuire l’emorragia, forse sarebbe più appropriato parlare di vero e proprio stillicidio, che sta subendo MySpace, un tempo il social numero uno in Italia.
Ed è un vero peccato, perché MySpace era accattivante, resta ancora un punto di riferimento per gruppi e cantanti, o aspiranti tali, che sognano di emulare Mika (la sua Rain è quella degli spot Telecom) o Lily Allen (Fuck You), rivelatasi proprio prima sul social e poi al grande pubblico. Viene generalmente trattato come social anche la piattaforma di microblogging Twitter.
Twitter spopola in Usa, ma non tanto in Italia dove, dato comunque in crescita, ha da poco superato Netlog.

In giro però esistono moltissimi altri social, uno, italianissimo, è Freebar, ma su questo blog ci siamo occupati spesso di alcuni social di nicchia, social che non aspirano a diventare popolari come Facebook, MySpace o Badoo; social che proprio per default vogliono essere più esclusivi che inclusivi, e mi riferisco al social “per soli belli” e a quello per “nudisti”.

Laddove gli utenti, per l’avvenenza o perché legati ad una filosofia, sono ben lieti di tenere lontani i non eletti o quelli non ancora illuminati.
Esistono però in giro dei social strani o bizzarri, social, non gruppi, che mai avreste creduto possibili, qualcosa che potrebbe farvi esclamare, direttamente dal must della Sci-Fi Blade Runner “ Io ne ho… viste cose che voi umani non potreste immaginarvi…”

Ho visto l’esistenza di un social per soli baffuti.

Ho visto l’esistenza di social di Cacciatori di Zombie…. Chissà che noia mortale!

Ho visto l’esistenza di social che riunisce le ragazze con le tette rifatte o che vogliono rifarle, il social checché ne pensiate non è stato fondato da Cristina Del Basso..!!

Ho visto l’esistenza di social per persone ansiose o con altre e concomitanti fobie, fondatore del social pare uno metà uomo e metà caprone di nome Pan.     

Ho visto… ora basta, ditemi cosa hai visto tu nel mondo dei social

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp