Posizionamento sui motori di ricerca come sfruttare le immagini

Nell’ottimizzazione delle pagine web per rendere il lavoro dei crowler più agevole è importante inserire correttamente le immagini.

Esistono delle regole che permettono un’ottomizzazione sia per spingere una certa parola chiave, sia per far “piacere”  il sito  a Google e ai suoi concorrenti.

Innanzitutto  facciamo una premessa: Google, ma questo vale anche per Yahoo e Bing, lavora giornalmente per rendere il servizio di ricerca sempre migliore agli occhi dei propri utenti.

Migliore nel senso che le persone quando cercano un’informazioni trovano precisamente quello che stavano cercando. Questo ha portato gli algoritmi a rendere i crowler sempre più vicini al modo di pensare “umano”.

Vediamo allora come ottimizzare le immagini per il posizionamento sui motori di ricerca:

  1. Inserire immagini leggere.
    Prima di inserire immagini nella propria pagina web è fondamentale ottimizzarle. Bisogna portare le immagini ad un peso minimo, mantenendo la qualità accettabile per il web. Innanzitutto le immagini non devono essere superiori ai 72 dpi. Io consiglio che un’immagine di circa 300px per 400px non deve pesare più di 20-30Kb.
  2. Nominare le immagini come la parola chiave da spingere.
    Le immagini non vanno nominate in maniera asettica, con dei numeri o dei codici, ma l’immagine deve chiamarsi con un nome che la rappresenti. Questo porta ad un miglioramento enorme: A) i motori di ricerca danno un punteggio di pertinenza per la parola inserite nel nome dell’immagine; B) molte ricerche vengono effettuate per immagini, e se la vs. immagine è nominata correttamente possono arrivare un certo numero di visite dai motori di ricerca per le vs immagini.
  3. Inserire il tag ALT correttamente.
    Il tag Alt serve per dare un attributo testuale all’immagine. Può essere utile, a patto di non abusarne, per inseire la parola chiave da spingere per la pagina.
  4. Equilibrio nella pagina e attenzione allo stuffing.
    Quello che però va assolutamente preso in considerazione, è l’equilibrio dell’intera pagina. Bisogna sempre stare molto attenti alla sovraottimizzazione. Se nella pagina già è stata ripetuta troppo la parola cihave inserireìla anche nell’immagine si rischia lo “stuffing” (eccessiva ripetizione di parola chiave). L’importante è l’equilibrio e la contestualità della pagina. Un modo, ottimale, per risolvere questo problema è quello di utilizzare sinonimi o piccole variazioni della parola chiave ( offerte di lavoro — anunci di lavoro) 

Quando si ottimizza una pagina web per il posizionamento sui motori di ricerca è fondamentale che venga curata in ogni suo dettaglio. Uno di questi è sicuramente l’utilizzo correttto delle immagini.

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo alla ricerca di soluzioni per la propria assicurazione auto. Un blog del genere può diventare il punto di riferimento per gli utenti che cercano.

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp