Pianificare una campagna di web marketing

Il web marketing è a mio avviso, oggi, la strategia migliore per far crescere economicamente un’azienda ed è l’ancora di salvezza per le realtà che hanno subito troppe perdite durante questa crisi.

Un’ eccellente campagna di web marketing potrebbe portare nuova linfa commerciale alle aziende. Può portare visite al sito, può migliorare la reputazione online, può aumentare i contatti interessati ai propri prodotti (lead), può far aumentare le vendite online, ecc…

Ma non tutte le campagne di web marketing funzionano. Alcune, falliscono miseramente e la ragione principale del loro fallimento è la mancanza di pianificazione. Senza un piano, senza una programmazione il web marketing si riduce ad una sterile ed inefficace pubblicità online.

Ma come si può pianificare una campagna di web marketing?
Anche se questo post è molto utile per i consulenti e le agenzie di web marketing, le informazioni seguenti sono utili anche agli imprenditori che vogliono acquistare una campagna di web marketing o una consulenza di un esperto.

Per pianificare correttamente una campagna di web marketing bisogna:

  1. Chiarire gli obiettivi.
    Il primo passo è quello di capire qual è lo scopo della campagna. Se serve a migliorare il brand, se deve lavorare sulla cura della reputazione online, se serve per ricevere contatti targettizzati ed interessati ai propri prodotti/servizi, oppure se è focalizzata sulla vendita online dei propri prodotti/servizi; oppure combinazioni di queste esigenze.
    Gli obiettivi vanno posti in forma numerica e precisa. Devono essere misurabili per poter stabilire con certezza quando saranno stati raggiunti.
  2. Studiare il settore.
    Ogni settore merceologico ha delle sue peculiarità, di tipo commerciale, economico, ma anche di comunicazione e linguaggio, e ogni settore merceologico porta con se un target di cliente ideale. Queste informazioni, se correttamente reperite aumentano la probabilità di successo della campagna di web marketing.
  3. Valutare il mercato.
    Valutare il mercato relativo al settore merceologico sopra analizzato significa conoscere bene quali sono gli attori in ampo, tra concorrenti, fornitori, istituzioni, clienti, e target di persone o aziende interessate ai prodotti/servizi. Queste conoscenza sono utili al web marketer che deve affrontare la costruzione di uno o più messaggi, e la costruzione di immagini, banner e pubblicità in generale che abbiano uno specifico significato.
  4. Valutare la concorrenza.
    La concorrenza va studiata attentamente, sia per capire che tipologia di pubblicità sta facendo e che risultati si possono ipotizzare sia per potersi differenziare sia per capire il mercato come si sta evolvendo.
  5. Costruire il messaggio.
    Questo punto è quello cruciale, scrivere i testi per una campagna di web marketing è dalicato e determinante. Per fortuna, il grande vantaggio delle campagne di web marketing rispetto alle campagne di marketing, è la facilità di aggiustare il “tiro” in corsa. Quindi, invece di studiare il messaggio per troppo tempo è più produttivo ipotizzare un messaggio che potrebbe funzionare ed effettuare un test. Poi in base ai risultati numerici operare delle variazioni li dove necessario.
    Il Messaggio si deve organizzare, in maniera da colpire solo il target di riferimento. Sono inutili e dispersivi i messaggi che abbracciano un po’ tutti. Non sono targettizzati e generalmente non producono risultati ottimali.
  6. Programmare l’azione combinata tra pubblicità, posizionamento, social marketing.
    Questo è il vero compito di un buon web marketer, quello di creare una presenza importante sul web dell’azienda che gli ha commissionato la campagna di web marketing. Per raggiungere questo ambizioso obiettivo bisogna lavorare su campi molto diversi tra di loro. Creare una eccellente campagna pubblicitaria e posizionare il sito sui motori di ricerca sono 2 aspetti del web marketing che necessitano di conoscenze molto diverse tra loro.
    Io consiglio sempre di rivolgersi ad un’agenzia web che abbia all’interno sia esperti di posizionamento che di pubblicità online, e anche oggi di social media marketing.
  7. feedback e miglioramenti.
    Il punto più rilevante, per chi fa le cose con cognizione, è il processi di analisi dei risultati. Quando una campagna di web marketing è partita, dopo soli 15 giorni già porta con se un enorme bagaglio di informazioni. Queste informazioni sono preziose per valutare la bontà della campagna, l’efficacia dei messaggi e dei canali di comunicazione, ecc… Se necessario dopo 15 giorni già possono essere effettuati dei cambiamenti per cercare di migliorare i risultati.

Questi sono i sette punti fondamentali da tenere in considerazione quando si struttura una campagna di web marketing.

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo alla ricerca di soluzioni per la propria assicurazione auto. Un blog del genere può diventare il punto di riferimento per gli utenti che cercano.

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp