Quanto guadagna un militare?

Quando guadagna un militare? La rassegna di Puntoblog intorno ai guadagni delle professioni si occuperà oggi di quanto guadagna un militare.
Ora, qualcuno potrebbe, e a ragione, sostenere che quella del militare è, un po’ come il prete ed il dottore, una vocazione e che pertanto va scelta non per i soldi ma sulla spinta del desiderio di aiutare e rendersi utili agli altri.
Poiché però a volte, come si suol dire, le bollette bisogna pagarle, ecco che la domanda “quando guadagna un militare?” diventa tutt’altro che peregrina.
Spesso a digitarla sono delle ragazze che vogliono informarsi sui guadagni del fidanzato della smorfiasetta in classe loro.
Ed allora andiamo a vedere, esclusi i vari benefit e le varie indennità, quanto guadagna un militare.
Il militare volontario di truppa non in spe (servizio permanente effettivo) guadagna intorno ai 900 euro; mentre il graduato di truppa, il caporale invocato anche da Totò, è un militare che guadagna sui 1100-1200 euro al mese.
1200 euro al mese è, grosso modo, lo stipendio d’ingresso di un ufficiale.

Un sottotenente, il primo grado militare degli ufficiali, comincia guadagnando poco più di un caporale e meno di un maresciallo, che è un sottoufficiale, con una certa anzianità.
Se però il maresciallo arriverà a guadagnare, da aiutante (il grado massimo per il ruolo maresciallo), poco meno di 2000 euro ben altri scenari si aprono al militare del ruolo ufficiale; militare che, qualora gli andasse malissimo la carriera, guadagnerà, con il grado di Tenente Colonnello, intorno ai 2600 euro.
Questo se gli va male, perché il brigadier generale, il primo grado militare generale, guadagna 3500-4000 euro.
Un Generale di Corpo d’armata con incarichi speciali, il grado apicale per un militare, guadagna ben oltre i 6000 euro.
Ecco allora una rapida disanima di quanto guadagna un militare,in queste considerazioni non abbiamo tenuto conto di indennizzi, straordinari ed altri benefit.

Le missioni all’estero di peacekeeping, facciamo finta di credere a quello che ci dicono il ministro ed il parlamento, alterano infatti, seppur per un tempo limitato, il quanto guadagna di un militare, il quale per qualche mese potrà ricevere delle mensilità molto allettanti, mensilità ambite anche da non pochi Ceo, chief executive officer, il modo anglosassone di identificare il nostrano Amministratore Delegato.

C’è modo di rispondere un po’ meglio alla domanda relativamente a quanto guadagna un militare? Certo.

Le riforme militari hanno compartimentato alcune situazioni.

Se 20 anni fa un caporale diventava “naturalmente” un maresciallo adesso non è più così. E neanche il diploma aiuta; per passare sottoufficiali bisogna partire tali (il percorso formativo porterà ad una laurea triennale) o diventarlo con un concorso interno.

Ora, dal momento che quella militare è un struttura gerarchica, il guadagno di riferimento non deve essere quello degli ufficiali generali bensì quello della truppa o quasi, è lì infatti che si “addenseranno” la maggior parte dei militari, mentre una aliquota molto piccola guadagnerà molto bene.

Allora, quanto guadagna un militare? Stante quello che ho detto testè (era da tempo che non usavo la parola testè) possiamo dire una cifra mensile intorno a 1200 euro.

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp