Web marketing & SEO dovrebbero andare a braccetto!

Quando lavoro allo sviluppo di un sito, di un portale o di un qualsiasi progetto web, mi preoccupo sempre di fare delle scelte che siano ottimali per il posizionamento sui motori di ricerca e vincenti per quel che riguarda il web marketing.

Penso, infatti, che Web marketing e SEO dovrebbero andare a braccetto in qualsiasi progetto web, soprattutto quelli che si focalizzano sul creare business.

Prima di vedere in che modo raggiungere questo risultato è necessario definire, per grandi linee sia  il SEO che il Web marketing:

SEO. L’insieme di tutte le strategie di ottmizzazione delle pagine per i motori di ricerca più l’insieme delle operazione “off the page” per posizionare la meglio il sito.

WEB MARKETING. Tutte le strategie di comunicazione e programmazione che permettono di sviluppare il business online. Strategie, insomma, che spingano all’azione. Un’azione che potrebbe essere una registrazione in un form di contatto o un acquisto online.

Vediamo, in pratica, come sviluppare un progetto online che sia ottimale dal punto di vista del web marketing e del SEO:

  1. Il primo passo è la Progettazione.
    Prima di iniziare la realizzazione bisogna scrivere il progetto e strutturare il sito o il portale che sia in maniera semplice e secondo le regole dettate dai motori di ricerca. Inoltre, la progettazione, deve prevedere, come focus principale quello di far concentrare l’utente sulle azioni da svolgere una volta atterrato sul sito/portale.
    In una buona progettazione del sito è fondamentale strutturare l’albero in maniera tale da rendere la navigazione semplice e da rendere ogni pagina del sito facilmente raggiungibile sia dagli utenti che dai motori di ricerca
  2. Stesura dei testi.
    Questa parte è molto delicata. Infatti la stesura dei testi è fondamentale sia per il posizionamento sui motori di ricerca sia dal punto di vista del web marketing. Non sempre, però, i testi possono essere ottimizzati per raggiungere ambedue i risultati. Quello che io generalmente consiglio è quello di mantenere la parte alta delle pagine con una comunicazione “web marketing oriented” e sfruttare altre parti del sito affinche i motori di convincano della bontà della pagina per una specifica parola chiave.
  3. Web 2.0, post, commenti e recensioni.
    Il segreto del successo di moltissimi progetti web è dato, soprattutto dalla capacità del sito di coinvolgere e di far partecipare gli utenti che lo visitano. Avere un sito statico e immobile nel tempo non funziona più, né dal punto di vista del posizionamento né per il web marketing. Bisogna non solo coinvolgere ma soprattutto far interagire l’utenza. Infatti i progetti che nel tempo riscuotono maggiore successo sono i portali web 2.0 ( che si nutrono di testi e commenti degli utenti).
    Il consiglio è quello di prevedere all’interno del sito/portale una parte che dia la possibilità agli utenti di fare domande pubbliche, di scrivere recensioni, di rispondere a dei quesiti, di inserire insomma sempre nuovo e stimolante testo. Una buona soluzione è quello di affiancare al sito un blog con i commenti attivi o un forum specifico. Mi rendo conto che la gestione di questi sistemi costa lavoro, ma nel tempo il ritorno è molto maggiore rispetto all’investimento.
  4. Usabilità e navigabilità.
    Questo passo che tutti danno per scontato, scontato non lo è per niente. Il web è strapieno di siti che sono lenti, difficili da consultare, dove non si sa cosa bisogna fare e che rendono la vita difficile all’utente. Ovviamente questi siti non convertono, come è facile immaginare. Potrebbero essere, per assurdo molto ben posizionati sui motori di ricerca, ma pessimi dal punto di vista del web marketing e del business online.
  5. Rendere il sito famoso in rete.
    Un ottimo modo per ricevere molti back link e/o ricevere delle iscrizioni è quello di fornire materiale e/o tool interessanti per il proprio target in forma gratuita. Questo, spesso, genera un certo numero di back link, soprattutto quando la risorsa gratuita per essere utilizzata necessita del sito, come ad esempio il calcolo di una qualsiasi funzione (es il codice fiscale, o calcolo della rata di un mutuo, o calcolo della parcella di un professionista, ecc…)
    Insomma, un passo importante, per far crescere il sito, sia dal punto di vista del web marketing che dal punto di vista dei motori di ricerca è necessario che non sia solo concentrato a vendere il proprio prodotto/servizio ma che sia concentrato a fornire un valore aggiunto ai propri utenti.
  6. Web Marketing & SEO.
    Il passo principale, è quello della gestione del compromesso tra SEO e Web Marketing. Per le pagine del sito concentrate sul business online è fondamentale dare maggiore enfasi e alle strategie che spingono all’azione anche sacrificando l’ottimizzazione delle pagine per i motori di ricerca. Invece per tutte le altre pagine, soprattutto quelle del blog è fondamentale concentrarsi sul SEO.
    L’albero del sito, se strutturato bene, rende il compromesso tra SEO e Web Marketing molto naturale e permette di ottenere grandi risultati per entrambi gli obiettivi.

Seguento questi passi si riesce, non senza difficoltà, a far viaggare il web marketing e il SEO a braccetto!

Un Commento a “Web marketing & SEO dovrebbero andare a braccetto!”

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo alla ricerca di soluzioni per la propria assicurazione auto. Un blog del genere può diventare il punto di riferimento per gli utenti che cercano.

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp