Quanto guadagna un artista?

Quanto guadagna un artista? Mi voglio riferire in questo post ad artisti come pittori, incisori, scultori, gente che assembla scarti e rifiuti, quelli che qualcuno chiama performer.
Il perché di questo post sul quanto guadagna un artista mi è venuto in mente in quanto da qualche tempo si sta tornando a parlare di Damien Hirst e del suo amico/nemico, il gallerista californiano di origini armene Larry Gagosian, un gallerista molto potente, forse il più potente del pianeta.
Uno chiamato vezzeggiativamente nell’ambiente Lo Squalo.
I guadagni di un artista, oggi, dipendono dal gallerista.
Mi spiego meglio, con molta probabilità il ragazzo dal look stravagante che vi fa il ritratto in strada non ha niente da invidiare, tecnicamente ed artisticamente, al pittore famoso.
Se c’è una cosa che deve invidiargli sono il gallerista e l’agente.
E i critici, non di rado pagati per offrire una visione dorata ancorchè deformata dell’opera, completano il quadro della disparità di giudizi e di…guadagni.
Ora, in ogni espressione artistica, purtroppo, il talento ed il senso di stupore viene sempre più subordinato alle campagne di marketing.
Un tempo, nel Rinascimento tanto per dire, un artista era considerato tale in quanto capace di realizzare qualcosa ad altri impossibile.
Poteva un maestro di bottega disegnare come Raffaello o Leonardo oppure scolpire come Michelangelo o lavorare l’oro come Benvenuto Cellini?
Certo che no, per questo erano richiesti e pagati di conseguenza dai mecenati e potenti del tempo.
Adesso non è più così, perché tutti possono pensare di immergere pecore, mucche e squali-tigre imbalsamati in una soluzione di formaldeide.
E non c’è nessuna difficoltà a realizzare la fantasia.
L’elemento di separazione tra i guadagni di un artista come Damien Hirst ed uno preso con la camicia di forza sta in una parolina, forse la più importante da 20 anni a questa parte: MARKETING.
Secondo voi a quanto è stata valutata la realizzazione dell’opera nella foto, attenzione il teschio è vero, come anche i denti e tutto, diamanti compresi? 75 milioni di euro. Sentite le vive parole di Damien Hirst: “Dimostra che non viviamo per sempre. Ma esprime anche un sentimento di vittoria sulla morte”.
Ed allora, in definitiva, quanto guadagna un artista? E’ un tipo di lavoro nel quale pochi prendono tutto o quasi, pertanto si va dalle star milionarie come Damien Hirst o Jasper Johns, agli artisti di strada che vivono, è il caso di dire, alla giornata. Un artista guadagna in rapporto alla sua fama, e questo sembrerebbe giusto se non fosse che la fama non sempre, anzi quasi mai nel liquido mondo moderno, è proporzionale al talento. In base a queste considerazioni è difficile rispondere in modo esauriente ed esaustivo alla domanda: “Quanto guadagna un artista?”.
Possiamo suggerire a chi intende costruirsi un futuro solido di pensare ad altro e all’arte come hobby. A meno che non usiate degli esperti di marketing.

2 Commenti a “Quanto guadagna un artista?”

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp