I nuovi social del 2011? BranchOut e Quora, vediamoli..

Sono in arrivo, per questo 2011, dei nuovi social? Certo che sì, ovvio, il mondo dei social è una arena tumultuosa, una sorta di caos creativo con centinaia di nuove idee e di brufolosi nerd che sognano di creare un “nuovo caso Facebook”.
Va da sé che la quasi totalità di queste speranze verranno brutalmente frustrate, non è più tempo per fenomeni alla MySpace (per quanto sarà ancora attivo?), alla Bebo (è ancora attivo?) o alla Facebook. Sono in tanti a cercare di imitare come sono altresì tanti quelli che cercano di imporre e far affermare dei social di nicchia.
In attesa di vedere che cosa combineranno nel 2011 i social Made in Italy come FreeBar e Griddix ci sentiamo di consigliare due social che potrebbero avere qualche istante di gloria, ormai è molto difficile avere o replicare le performance esponenziali di Facebook e degli altri due social a stelle e strisce precedentemente citati. Stiamo parlando di BranchOut e Quora.
A ben vedere niente di troppo rivoluzionario, ma qualcosina di, potenzialmente, interessante c’è.

Cos’è BranchOut e a chi è rivolto?  
BranchOut fa il verso al network professionale LinkedIn ed è pertanto fortemente orientato a stabilire connessioni di tipo lavorativo. La novità consiste nel fatto che è possibile importare sul social BranchOut i contatti di Facebook come anche quelli di LinkedIn e Twitter.
Questa è una possbilità che LinkedIn non ha, ma funzionerà?
Al popolo di Facebook interessa trovare lavoro e gente che li raccomandi come professionisti affidabili? Vedremo…per adesso sembra che su BranchOut lo spam a go-go sia un must.

L’altro social in esame, Quora, è invece un’enorme di piattaforma di crowdsourced knowledge, ossia una piattaforma capace di aggregare domande e risposte. Una sorta di nuovo, e si spera più efficiente e funzionale, Yahoo! Answers intorno al quale ci siamo lamentati in merito al Waka Waka

Anche in questo caso è possibile valutare e criticare le risposte, il tentativo dichiarato è di fare meglio di Yahoo! Answers e di Aarvark, che non è il grido di battaglia di Zagor, il fumetto Bonelli che a breve compirà 50 anni, ma un sito comprato, e lautamente, da Google.

Riuscirà Quora ad avere una reputation migliore?

3 Commenti a “I nuovi social del 2011? BranchOut e Quora, vediamoli..”

  • Stefania says:

    Ti segnalo YouMood, social degli stati d’animo.
    Sembra una idea nuova!
    http://www.you-mood.com

  • massimo says:

    Stefania grazie per la dritta, ho dato una rapida occhiata e, come prevedibile, ho trovato più donne che uomini. E’ che non siamo molto capaci a capire gli stati d’animo 😉

  • Anonimo says:

    […] 2 febbraio 2011 | Autore: massimo In un precedente post di Puntoblog abbiamo parlato di due social emergenti come Quora e BranchOut. Vediamo un po’ meglio adesso com’è fatto e come funziona Quora. In […]

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp