Gli ebook tra accordi e pirateria

Gli ebook tra accordi e pirateriaIl mondo degli ebook, come ben sapete, è sempre in vorticoso fermento, è da quelle parti che l’editoria punta, se non a trovare nuovi terreni vergini, nel contenimento dei costi.

O perlomeno nel tentativo di contenimento degli stessi. il mese di Luglio porta in dote alcune ghiottose novità.

La prima riguarda l’accordo tra la Mondadori e Amazon.

L’accordo, in linea di massima, prevede la disponibilità di 2000 titoli Mondadori in modalità Kindle, l’eReader della casa di Jeff Bezos.

Con altri 1000 in arrivo per fine anno, presumibilmente a Natale.
L’Ad di Mondadori, nonché vice-presidente, Maurizio Costa si è detto fiducioso riguardo al fatto che “il 2012 segnerà l’avvio a pieno ritmo del mercato ebook, che è di grandi potenzialità anche nel nostro Paese, dopo un anno di studio e sperimentazione.”.
Di sicuro una bella iniezione per l’asfittico mercato degli ebook italiani.

Ma basterà? Secondo gli italiani, la leva giusta sulla quale agire, per diffondere gli ebook, consiste nel prezzo.
Prezzi bassi e veramente competitivi farebbero bene per una serie di motivi, non ultima una combinazione del genere sarebbe, sempre a sentire le opinioni e le voglie degli italiani, letale anche per la pirateria.

D’altra parte perché rischiare se il prezzo è molto conveniente? La tesi non sembra peregrina, ma con il popolo sharing del web 2.0 non si sa mai.

Perché c’è anche chi sostiene, e non a torto, che la pirateria informatica è una sorta di religione e che, pertanto, non potrà mai essere del tutto debellata.
Non saranno i lucchetti digitali nè le strategie di web marketing a far desistere chi non vuole pagare. Ad ogni buon conto una forte riduzione del prezzo non potrà di certo dananggiare il mercato. Voi che ne pensate?

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.