Come fare per investire in siti ben avviati e trarne una rendita?

Questa è stata una delle domande che più mi sono posto nel mio ultimo anno di attività. Da tempo ormai mi occupo con la mia azienda, la Puntocomunicazione, di siti web, applicazioni web, web marketing e posizionamento sui motori di ricerca, e mi capita di incontrare moltissimi imprenditori che vogliono crearsi un business online.

Ottima scelta!

Ma dal sogno al progetto realizzato concretamente, con tanto di entrate economiche, di un sito online che faccia fare business ne passa molto. Esiste una falsa convinzione, o una vera e propria illusione, tra gli imprenditori, che fare un sito e caricarlo online è sufficiente per ottenere contatti o vendite. Ovvamente non è così, bisogna avviare il sito e farlo conoscere al proprio target di riferimento, bisogna ottimizzarlo per il posizionamento sui motori di ricerca e ottimizzarlo per il web marketing, e spessissimo prevedere investimenti pubblicitari iniziali importanti.

Ma allora mi richiedo, esistono già siti avviati che creano una rendita, anche piccola, che sono in vendita?

Certo che esistono e il mercato dei siti ben avviati si sta sviluppando anche in Italia, anche se davvero lentamente.

Io credo molto, che gli investimenti, davvero produttivi di questo secolo, non saranno più il mattone o le azioni in borsa, ma siti ben avviati in settori redditizi. Infatti, in passato, chi voleva diventare ricco spesso si affidava alla compravendita e affitto di immobili. Oggi, dato il mercato immobiliare  bloccato e dati i costi proibitivi per creare una rendita attraverso l’acquisto di una casa, bisogna rivolgersi a mercati più dinamici e più performanti. 

Facciamo qualche esempio:
Per ricavare 800,00-1000,00 €/mese dall’affitto di una casa bisogna spenderne, se siamo davvero bravi e troviamo un’occasione, almeno 300.000,00€. Per cerare la stessa rendita online con un sito potrebbero bastarne anche soli 20.000,00€/30.000,00€.
Interessante vero?

Ma non è tutto oro quello che luccica. Per ottenere una rendita online, bisogna essere molto preparati e conoscere molto bene le dinamiche del web. Bisogna, oltre a conoscere bene alcune strategie di webmarketing bisogna saper acquistare un sito ben avviato, e per farlo, in un mercato che non ha ancora regole ben stabilite, bisogna capire, analizzando un sito, le sue potenzialità in termini di incassi e di lavoro per mantenerli o incrementarli, e bisogna capire quali possono essere le criticità dello stesso sito.

Ma come può fare un imprenditore ad entrare in questo business?
Ci sono 2 modi: Quello empirico, e quello delle partnership.

Modo empirico. Iniziare a fare esperienza, acquistando e vendendo siti ben avviati. Cercare di farli crescere e di cerarne una rendita. I pro di questo metodo è che è possibile imparare una strategia davvero vincente per far soldi. I contro, molto più dei pro, sono soprattutto che all’inizio verranno buttati molti soldi e se non si è particolarmente equilibrati, si rischia di scoragiarsi e di pensare che il business online sia una vera e propria stupidaggine, perdendo opportunità enormi.

Partnership. Il secondo modo per entrare nel business dei siti ben avviati, e quello di rivolgersi ad esperti che lo fanno da tempo, almeno un anno, e creare con loro delle partnership. Spesso si trovano persone molto preparate ma che non hanno la liquidità necessaria per crearsi quel gruppo di siti tale da garantirsi una rendita eccellente. I Pro, in questo caso sono molteplici. Il primo sono i termpi, ovviamente rivolgersi a chi già sa come si fa e che ha esperienza nel campo accellera moltisismo i tempi per creare una rendita o un business online vero e proprio. Il secondo Pro è che si può imparare da chi lo ha già fatto, da contare è che non esistono scuole per imparare a comprare o vendere siti web ben avviati. Il terzo Pro, sta nella possibilità, creando varie partnership, di creare molto velocemente un network di siti e come vedremo in alcuni prossimi post un network fa crescere i singoli siti molto più velocemente. L’unico Contro che ora mi viene è il fatto di dover dividere gli incassi, ma spesso si dividono anche i rischi.

Se tu che leggi sei un imprenditore e vuoi investire nella compra/vendita di siti avviati, io sono disposto a creare delle partnership! Compila il form in alto a destra!

8 Commenti a “Come fare per investire in siti ben avviati e trarne una rendita?”

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp