Archivio di agosto 2010

Link building. Attenzione, non tutti i link vengono considerati dai motori di ricerca

L’importanza della gestione dei link di un sito e la gestione del link building è stata trattata varie volte. Ma  non tutti sanno che i link hanno valore diverso agli occhi dei motori di ricerca. 

Alcuni link non vengono considerati proprio, vengono letteralmente ignorati da Google e concorrenti.

I link sono il modo migliore per far conoscere agli utenti finali e ai motori di ricerca altre pagine e altre risorse online, se non vengono considerati da Google ( soprattutto) si rischia di perdere molto in termini di traffico online, trustranking e soprattutto in termini di posizionamento sui motori.

Vediamo quando bisogna stare attenti ai link e come li considerano i motori di ricerca e in testa Google: Leggi il resto di questo articolo »

Gli ebook e l’editoria di nicchia: il caso Ellora’s Cave

Puntoblog segue con molto interesse il sempre nascente mercato degli ebook.
In un precedente post abbiamo registrato le prime sorpresine quando la classifica di vendite di BookRepublic ha lanciato in testa Amelie Nothomb e Nicholas Nassim Taleb, autori di valore, la prima è una caustica romanziera belga mentre il secondo è un salace divulgatore finanziario, ma un po’ di nicchia.
E saranno proprio i prodotti editoriali di nicchia quelli che maggiormente potranno giovarsi della crescita del mercato degli ebook.
Gli editori classici avevano ed hanno il problema dei costi fissi da abbattere, costi fissi che nell’etereo mondo della rete sono sicuramente ben più abbordabili; in Italia tanto per fare un esempio sono fallite una dopo l’altra le case editrici che pubblicavano libri di fantascienza, ( proprio oggi ricorre l’anniversario di nascita di Mary Shelley, l’autrice del romanzo, pensato in una sola notte dice la leggenda, Frankestein o il moderno Prometeo; sempre la leggenda vuole che nella stessa notte prese forma il vampiro Lord Ruthven di John Polidori, liberamente ispirato alla stessa figura di Lord Byron del quale lo stesso John Polidori era medico personale.
Tutte queste persone, Mary Shelley, John Polidori ed altri erano ospiti nella villa di Lord Byron a Ginevra, villa Diodati, nel 1816, l’anno ricordato come quello “senza estate”).
Ritornando a noi potrebbero nascere e crescere degli editori per particolari lettori, tipo romanzi e racconti steampunk o cyberpunk, che nel mercato tradizionale, in Italia, non avrebbero chance.
Ma anche editori di storie di sport o di “corretta potatura di piante”.
Girando per la rete mi è capitato di imbattermi nella storia editoriale

Leggi il resto di questo articolo »

Come porsi obiettivi vincenti per il nuovo anno lavorativo!

Stanno per riprendere la maggioranza delle attività in Italia, e dopo la pausa estiva, spesso si pongono gli obiettivi per la nuova stagione, che per molte aziende, la puntocomunicazione è una di queste, va da settembre ad agosto dell’anno successivo.

Anche per le attività basate su guadagni derivanti dal web è fondamentale porsi degli obiettvi.

Obiettivi che forniscano motivazione e carica, che spingano i lavoratori a lavorare sereni e con tanta voglia di raggiungere grandi risultati.

Ma quando un obiettivo lavorativo si può definire vincente?

Sicuramente quando trasmette emozione e motivazione, spinge sia la dirigenza che i collaboratori che i partner a fornire il loro lavoro con entusiasmo e dedizione. Inoltre un obiettivo e vincente quando è semplice, diretto e comprensibile a tutti.

Per porsi obiettivi vincenti per il lavoro, bisogna rispettare le seguenti regole: Leggi il resto di questo articolo »

Guadagnare online. Investire ora. E’ il momento migliore!

Nei periodi di crisi sono presenti le maggiori opportunità!

Anche sul web è così.

Infatti in periodi di crisi, quando, la maggioranza delle persone è pessimista e ha poca fiducia nel futuro, sono presenti la maggioranza delle opportunità che renderanno ricche le solo persone che sapranno afferrarle.

Una di queste opportunità è il guadagno online attraverso Adsense e altri programmi di affiliazione. Ora il costo clik è mediamente basso data la basso numero di aziende che investono in pubblicità online su adwords e sugli altri canali.

Ma, quando la crisi, soprattutto mentale, sarà superata allora ci saranno molte più aziende che avranno fiducia nel mercato e nell’economia e quindi investiranno molti più soldi nelle pubblicità online. Conseguentemente anche programmi di affiliazione pagheranno molto di più i loro editori.

Ma bisogna arrivare molto preparati e pronti a quel momento.

Non aspettare che l’economia si riprenda per aprire un business online, potrebbe essere troppo tardi.

In pratica cosa bisogna fare per guadagnare online e sfruttare il momento? Leggi il resto di questo articolo »

Gli e-reader potranno cambiare le abitudini di lettura?

Ho letto un articolo sul corriere della sera che riporta un’indagine di “Marketing and Reaserch Resourches” che afferma che chi possiede un e-reader legge mediamente di più di chi non lo possiede. La ricerca risaltava anche l’enorme crescita del mercato di questi reader elettronici e degli e-book.  

La ricerca riporta i seguenti numeri: chi possiede un e-reader legge mediamente 2,6 libri al mese, mentre un lettore che non lo possiede ne legge 1,9 la mese. La vendita degli e-reader hanno avuto una crescita del 183% e la vendita dei libri elettronici ha avuto una crescita del 150%.

Questa ricerca non mi convince moltissimo.

Oltre che i numeri sono da interpretare come in ogni ricerca, ma quello che non è chiaro è il campione della ricerca.

 Leggendo l’articolo ho avuto come l’impressione che si volesse necessariamente motivare e spingere l’idea che grazie ai dispositivi elettronici le persone avrebbero letto di più.

Infatti ho alcune perplessità sulla ricerca in se: Leggi il resto di questo articolo »

Potrebbero scomparire i social network?

Il sole scotta e si vede che per pormi una domanda del genere vuol dire che ne ho preso troppo!

Comunque da amante del web e da attento osservatore delle sue mode mi chiedo anche se i social network siano un dato di fatto che non potranno mai più scomparire oppure sono una moda e come tale verrà scalciata da una nuova.

Tutti i numeri e le senzazioni sono dalla parte di chi pensa che i social network ormai sono entrati a far parte della vita di tutti in maniera veloce, prepotente e definitiva. Oggi in Italia oltre il 50% delle persone ha un account su facebook  e se contiamo che il nostro bel Paese è pieno di over 60, e se contiamo anche gli under 10, allora è possibile comprendere la penetrazione di questo social network.

Anche i numeri per le pagine viste dei social lasciano intendere che una scomparsa non è solo improbabile ma addirittura impossibile. Infatti il già citato Facebook, a livello mondiale è il sito com maggiori pagine viste ( superiore anche a Google) ed è secondo solo a BigG per visitatori unici.

Ma oggi, dato il troppo sole che mi ha colpito in testa, voglio ipotizzare delle ragioni che porteranno i social network alla scomparsa: Leggi il resto di questo articolo »

Nuovo motore di ricerca controllato dal governo cinese!

Dopo l’estenuante lotta tra Google e il Governo di Pechino sulla censura e il controllo dell’informazione online nel Paese Cinese, le aziende China mobile ( a partecipazione statale) e la potente agenzia di stampa Xinhua ( a partecipazione statale) presenteranno a breve un nuovo motore di ricerca che faccia concorrenza ai due colossi che si dividono la maggioranza del mercato in cina: Google con il suo 24,2% e Baidu ( motore cinese) che detiene il 70%.

L’obiettivo del governo cinese, ovviamente, non è solo quello di mettere le mani in un settore che ha potenzialità economiche mostruose, ma anche quello di controllare l’informazione e l’opinione pubblica.

I motori di ricerca rappresentano per le persone il canale principale per conoscere informazioni di qualsiasi genere.

1) Può funzionare?

2) Può raggiungere i numeri che fanno gli altri due motori e superarli?

3) Quale futuro avrà l’informazione online in Cina?

4) Quale potrebbe essere l’impatto sul resto del mondo? Leggi il resto di questo articolo »

I contenuti sono l’essenza del posizionamento sui motori di ricerca!

Non è certo una novità, ma i contenuti sono un eccellente modo per garantirsi delle ottime posizioni sui motori di ricerca. Anche se oggi un fattore Off the page, come il link building, determina buona parte del successo del posizionamento, i contenuti possono far ottenere risultati consistenti utilizzando la teoria della coda lunga.

Vediamo perchè è importante e come sfruttarla al meglio.

Innanzitutto, per avvalorare la sua importanza, voglio farvi un esempio. Spesso per parole chiave molto ambiziose come ad esempio ” offerte di lavoro” la concorrenza online è tremenda e l’unico modo per entrare nella prima pagina di Google è quella di intervenire con un’azione mirata, e costosa, di link building.

Ma per questa parola chiave che conta milioni di ricerche esistono moltissime ( migliaia circa) parole chiave correlate come ad esempio “offerta di lavoro lombardia”, oppure “offerta di lavoro gelataio” che hanno molta meno concorrenza e che presentano comunque un enorme numero di ricerche. Ovviamente più si cercano nicchie di parole chiave correlate (offerte di lavoro Piacenza ad esempio) più è facile arrivare in prima pagina su Google. Quando poi si riesce a salire per molte parole chiave correlate, il numero di visite derivanti dalla coda lunga  è sicuramente maggiore di quello derivante dal traffico della parola chiave principale.

Ma vediamo all’informazione preziosa di come utilizzare il contenuto per sfruttare la teoria della coda lunga: Leggi il resto di questo articolo »

Guadagnare online. Mai puntare su un solo cavallo!

L’errore principale per chi decide di guadagnare attraverso il web è quello di creare un sito, blog o portale e puntare tutte le proprie risorse di tempo ed economiche su di esso.

Non sempre questa strategia porta a risultati positivi. Come per il trading online anche per il guadagno online vale la regola che differenziare i propri investimenti minimizza il rischio e aumenta la probabilità di creare utile. Ma approfondiamo questo concetto trasportandolo nel mondo del web.

Innanzitutto, internet per la sua carateristica velocità, permette sia grandi crescite in poco tempo sia crolli, e per quanto un progetto online possa sembrare il più sicuro possibile, la Grande Rete potrebbe cambiare delle regole e “affossare” un sito che fino a poco tempo prima era molto fruttuoso ( mi è successo, e il cambiamento è avvenuto in poco tempo e per ragioni fuori dal mio controllo).

Un altro fattore da non  sottovalutare è il numero enorme di possibili concorrenti. Un caso che potrebbe succedere, anche con una discreta probabilità, è che si parte con un sito online che rispetti le regole del buon numero di ricerche online, bassa concorrenza e buona remunerazione da parte dei programmi di affiliazione, e dopo qualche mese che si è partiti ci si accorge che sono nati svariate decine di siti simili, alcuni di peggiore qualità ma altri, che magari hanno possibilità economiche di partenza migliori, hanno una maggiore qualità o peggio ancora un maggiore trust rank.

Un’altra ragione importantissima, Leggi il resto di questo articolo »

Il web potrà essere solo mobile?

Si sta parlando, molto spesso ormai, che entro i prossimi 5 anni il “traffico” mobile (smartphone, tablet pc, internet key, ecc…) supererà il traffico da postazione fissa. Questa previsione l’ha fatta Morgan Stanley, non un blogger qualsiasi.

La domanda che mi pongo io è ma il web potrà essere solo mobile?

Quale potrebbe essere uno scenario attendibile per il mondo della grande rete?

Queste domande, me le pongo da qualche tempo, anche per capire in che modo cambierà e si svilupperà il web, e conseguentemente in che modo dovremo, noi della puntocomunicazione adattarci ai nuovi business online che nasceranno.

Se davvero il web diventerà solo mobile sarà necessario che la maggioranza delle agenzie web si adattino a creare nuove tipologie di siti e nuove tipologie di campagne di web marketing.

Comunque, secondo me il web difficilmente sarà solo mobile, per alcune ragioni strutturali e per alcune esigenze di massa:,

  • Innanzitutto le connessioni “Wired” ( connessione attraverso il cavo ) sono e saranno ancora per molti anni più performanti delle connessioni mobile. La banda, lo sanno anche i sassi, è il fattore più importante per lo sviluppo delle applicazioni web, ed è anche il collo di bottiglia, infatti si sviluppano più velocemente le applicazioni e le tecnologie che la banda per sostenerle. Questo ovviamente andrà a sfavore del mobile.
  • La massa delle persone che navigano attraverso connessioni mobile ( soprattutto smartphone e tablet pc ) lo fa solo per aggiornare i propri account dei social network e per la posta elettronica. Raramente ci lavora o ci studia. Impossibile o quasi, invece utilizzare software di lavoro online. Questo potrebbe portare a rendere il web “wired” soprattutto dedicato alla ricerca, al lavoro e allo studio.
  • La massa delle persone, oltre ai social network vuole poter visionare video e ascoltare audio attraverso il web. Per questo la banda e la copertura di rete devono essere ottimali. Questa è una delle ragioni del grande successo del Ipad, molto focalizzato su applicazioni di “cazzeggio”.

Queste riflessioni mi portano a pensare, da qualche tempo, che il web si dividerà in 2 tronconi:

  1. Chi utilizza il web per lavoro, studio o ricerca, o utilizza software online che necessitano di una postazione fissa utilizzerà comunque soprattutto le connessioni “wired”
  2. Chi invece il web lo utilizza soprattutto per il “cazzeggio” per la posta elettronica, per i social network, o è spesso in viaggio utilizzerà soprattutto, se non esculsivamente una connessione mobile.

Inoltre, non bisogna sottovalutare che ha la necessità di utilizzare il computer per alcune applicazioni dove il supporto hardware è determinante come chi si occupa di grafica ( monitor eccellenti, schede grafiche eccellenti ) o per giochi ( joypad, ecc…) o per altre applicazioni che presentano altri aggeggi hardware, non necessiteranno del mobile.

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp