Cancellare i dati da un PC per proteggere la propria privacy non è banale!

Quando si vuole vendere un PC usato, è fondamentale, per proteggere la propria privacy cancellare tutti i dati da sopra l’hard-disk. La semplice formattazione non è sufficiente, infatti un utente avanzato, che conosce i giusti software riesce a risalire ai dati prima della formattazione.

La Polizia, infatti, spesso trova tracce e prove sugli HD cancellati, formattati e a volte anche danneggiati. Esistono Aziende e macchinari che fanno miracoli nel recupero dei dati su dispositivi anche molto danneggiati.

Allora come fare per cancellare definitivamente i propri dati e proteggere la propria privacy.

Se l’obiettivo è quello di vendere il proprio PC usato, o quello di rottamarlo allora un software che permette la cancellazione dei files e la riscrittura dei cluster per ben 35 volte è sufficiente. Un software del genere gratuito è Freeraser. Ma questa soluzione non vieta a chi dispone di macchinari professionali di risalire ai dati precedenti. Sicuramente l’operazione non è a basso costo, me nel caso di un’indagine nè può valere la pena. Certo se ci si vuole disfare del proprio PC e basta il software consigliato prima.

Se invece si vogliono distruggere i dati sul proprio PC per non farli mai più leggere allora è molto più complicato. L’unico modo davvero sicuro è quello di distruggere in vari pezzi il proprio HD e di gettarlo in momenti diversi.

5 Commenti a “Cancellare i dati da un PC per proteggere la propria privacy non è banale!”

  • Francesco says:

    Mai sentito parlare di “formattazione a basso livello”?
    Questo tipo di formattazione permette la riscrittura di ogni singolo cluster dell’hard disk riportandolo praticamente allo stato originario, come se fosse nuovo… Con questo tipo di formattazione non c’è macchinario o tecnologia che tenga, i dati vengono cancellati definitivamente e non c’è modo di recuperarli…

  • admin says:

    Dopo aver letto il tuo commento ho fatto una ricerca, contattando un’azienda di recupero dati.
    In qualche caso è stato possibile recuperare dati con una formattazione a basso livello, ma se effettuata molto bene ( con la riscrittura nei cluster di una serie casuale di 0 e 1 ripetuta varie volte) il compito diventa complicatisso se non impossibile!

    Questa azienda mi ha anche detto che quando effettuano lavori per le forze dell’ordine ha avuto tra le mani anche HD formattati a basso livello dove, per errore di chi ha effettuato la formattazione o errore del software che permette questa operazione, sono riusciti a recuperare parte dei dati.
    Comunque mi ha detto che l’unico modo per effettuare una formattazione a basso livello è quello di richiedere all’azienda produttrice dell’HD un tool per riportare il dispositivo alla condizione iniziale, tutti gli altri modi software non sono sicuri al 100%.
    Per me si va troppo sul tecnico ma mi auguro di essere stato il più possibile chiaro. Se ci sono altre informazioni sono felice di vederle nei commenti!

  • Francesco says:

    Certo, ovviamente questo tipo di formattazione deve essere eseguita da mani esperte… Comunque i tools di formattazione a basso livello sono messi a disposizione in modo gratuito da alcuni produttori di HD (tipo Maxtor/Seegate), anche se questi non permettono il controllo della riscrittura random del cluster, però per l’utente medio sono più che sufficienti (nel tuo articolo parlavi del caso di un pc da vendere o rottamare)…
    Per i casi invece più complessi i tools possono essere reperiti dopo un pò di ricerche in rete e tanti test…

  • Francesco says:

    Vorrei fare anche un’altra piccola annotazione…
    Molti utenti si chiedono come mai, dopo aver formattato l’HD a causa di un virus esso si ripresenti nel nuovo sistema installato. Sarebbe carino spiegare a questi utenti il funzionamento dei virus che restano residenti in memoria… Questo è un’altro caso in cui la formattazione a basso livello risolve il problema…

  • Sara says:

    La formattazione a basso livello può però danneggiare l’hd e renderlo inutilizzabile, nonchè rendere impossibile una sovrascrittura del disco per impedire l’accesso alle informazioni.
    Cmq a livello professionale ci sono vari software di cancellazione sicura ma sono a pagamento. Uno di questo è Blancco, di costruzione finlandese. Al contrario del piccolo consumatore, le aziende, anche per legge, devono adottare sistemi professionali di cancellazione per preservare la segretezza delle loro informazioni e quelle dei loro clienti.
    Ancora, per il piccolo consumatore potrebbe essere sufficiente distruggere le singole cartelle (documenti, foto, ecc) con un file shredder…

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp