Come aumentare le visite al proprio ecommerce gratuitamente

Come aumentare le visite al proprio ecommerce gratuitamenteL’errore che la maggioranza dei miei clienti, quando mi commissiona la realizzazione un sito ecommerce, è quello di illudersi che con la messa online dello stesso, per magia arrivano molte visite e molti ordini. Ovviamente e purtroppo non è così!

Anzi è proprio il contrario. Per poter ricevere molte visite, e soprattutto visite targettizzate di potenziali clienti che cercano proprio i prodotti commercializzati sull’ecommerce, bisogna lavorare online molto o investire soldi in pubblicità.

Esistono, comunque delle strategie per aumentare le visite al proprio ecommerce gratuitamente.

Di seguito ne vedremo alcune:

A) Siti di annunci. Il primo passo per far conoscere sulla rete il proprio ecommerce è quello di sfruttare siti di annunci gratuiti famosi. Tipo bakeka, kijiji, ebay annunci e tanti altri. I vantaggi possono essere oltre alle visite che provengono dagli annunci anche la possibilità, in alcuni di inserire dei link al proprio sito e quindi migliorare il posizionamento organico.

B) Article Marketing. Scrivere articoli di recensione dei prodotti venduti su siti di recensioni e altri siti permette di aumentare il numero delle pagine online che parlano dei propri prodotti sui motori di ricerca. Se esiste la possibilità di inserire dei Back Link aiuta anche il posizionamento organico del proprio ecommerce.

C) Aggregatori di annunci. Una risorsa favolosa sono gli aggregatori di annunci. Se il proprio ecommerce ha i feed rss è possibile far pubblicare i propri prodotti sugli aggregatori di annunci.

D) Comparatori di prezzi. Questa risorsa è la più importante tra quelle inserite in questo post. Se ben utilizzata arrivano al sito visitatori molto interessati ai prodotti inseriti sul proprio ecommerce, i visitatori ideali perchè sono quelli che maggiormente si possono trasformare in clienti. L’unico problema dei comparatori di prezzo è che tutti quelli famosi sono a pagamento, si paga ogni volte che arriva un click su un prodotto del nostro sito ecommerce. Ma cercando bene in rete esistono ancora delle risorse gratuite. Infatti la maggioranza dei comparatori partono come risorse gratuite, e poi, quando hanno raggiunto un buon livello di visite e di conversioni (click/visite) diventano a pagamento. Anche se questo post parla delle startegie gratuite per ottenere visite, per i comperatori, a volte il costo click è davvero conveniente, dai 0,005€ ai 0,20€, per moltissimi prodotti molto ma molto meno della pubblicità di Google

Queste sono le risorse gratuite più performanti per ottenere visite gratuite al proprio ecommerce.

Io consiglio sempre di fare azioni combinate per ottenere visite al sito, sia gratuite che a pagamento.

8 Comments

  1. Luca Fantin 21 Aprile 2010
  2. admin 21 Aprile 2010
  3. lucia s. 7 Giugno 2010
  4. basilio 10 Settembre 2010
  5. Franco 17 Novembre 2010
  6. admin 17 Novembre 2010
  7. Annarita 12 Marzo 2011
  8. paola 5 Dicembre 2011

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.