Nel Web Marketing i bisogni prima di tutto.

bisogni-maslowNel mare delle possibilità dei business online non sempre è facile orientarsi e spesso si investono tempo e soldi creando siti, portali, ecommerce, blog senza sapere se davvero c’è qualcuno interessato al prodotto offerto.

Sono tantissimi gli imprenditori, così innamorati del loro prodotto/servizio, che sono convinti che tutte le persone dovrebbero acquistare da loro. Purtroppo pochi si chiedono se a qualcuno potrebbe interessare e ancor meno trovano risposte razionali.

Analizzare innanzitutto i bisogni relativi al proprio prodotto è fondamentale e nel marketing tradizionale questo processo è molto costoso, per il web marketing, invece, che Dio benedica internet, i costi si abbassano tantissimo.

Spiegare in maniera esaustiva come fare un’accurata analisi dei bisogni non è fattibile in questo post. Ma posso elencare quali sono le domande principali che ogni imprenditore che inizia un’attività online dovrebbe porsi e a cui dovrebbe trovare le risposte più obiettive possibili:

  1. Qual è il mio target di riferimento?
  2. Quali sono le abitudini web del mio target di riferimento?
  3. Cosa pensa il mio target dei prodotti/servizi simili a quelli che offro io?
  4. Dove li acquista? Come li acquista?
  5. Quali sono le caratteristiche peculiari che vengono cercate soprattutto nel prodotto/servizio in questione?
  6. Quali bisogni soddisfano questi prodotti?
  7. Perchè è molto importante possedere questi prodotti ( dal punto di vista del cliente )?
  8. Questi prodotti seguono qualche moda o qualche linea di pensiero ben definita? Il mio target è affascinato da quella moda?
  9. Sul web questi prodotti vengono cercati? Come e dove?
  10. Perchè vengono cercati, quali emozioni provocano nel momento in cui vengono cercati?
  11. Cosa spinge un utente a cercare questi prodotti?

Queste sono le domande più importanti da porsi per capire quali sono i bisogni da far soddisfare attraverso il prodotto che vogliamo vendere. Per trovere le giuste risposte non è sufficiente, quasi mai, solamente l’intelligenza e l’esperienza dell’imprenditore, ma sono necessarie analisi più specifiche, utilizzando software e strategie di Web Marketing. Se l’imprenditore trova le risposte da solo, quelle risposte possono essere considerate solamente impressioni; se, invece, trova le risposte attraverso sistemi di web maerketing testati che portano informazioni numeriche allora quelle risposte vanno prese in considerazione.

Io penso che, dopo 7 anni che mi occupo di comunicazione, marketing e web marketing, è inutile e dannoso aprire un business e creare messaggi pubbicitari senza prima aver capito davvero quali sono i bisogni del target di riferimento.

Senza capire se c’è mercato per il prodotto/servizio in esame e qual è il mercato di riferimento, non conviene rischiare e buttere soldi .

Prima i bisogni e poi il business online.

Un Commento a “Nel Web Marketing i bisogni prima di tutto.”

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp