Ecommerce di successo: non far scappare i tuoi clienti!

Le aziende che vogliono vendere online partono con molto entusiasmo: aprono un bel sito ecommerce, inseriscono i prodotti, creano qualche account sui maggiori social media, fanno un po’ di pubblicità online, acquistano una buona azione di posizionamento sui motori di ricerca e pensano di vendere tantissimi prodotti.

Passa un po’ di tempo ma le vendite non arrivano.

Nella maggioranza dei casi ci si scoraggia e si inizia a pensare che quel prodotto non si vende online, oppure che il web marketing non funziona, o che l’e-commerce non serve, ecc…

Purtroppo pochi imprenditori sanno che la maggioranza dei siti ecommerce fanno scappare, inesorabilmente, i prorpi clienti.

Ma per creare un ecommerce di successo, come trattavamo in un altro post, è necessario rendere il sito il più vicino alle esigenze della propria clientela.

Allora vediamo quali sono le ragioni di fuga del cliente:

  1. Difficoltà a trovare il prodotto cercato.
    Non c’è niente di più fastidioso di andare su un sito e non riuscire a trovare i prodotti cercati. Inoltre, è brutto anche trovare il prodotto e non riuscire a trovare descrizioni e informazioni per acquistarlo. Innanzitutto, da ogni pagina deve essere facile trovare ogni prodotto dell’ecommerce, inserendo anche dei facilitatori, come un “modulo di ricerca” e l’inserimento alla fina della pagina di un prodotto i “prodotti correlati”.
    Per rendere il sito più fruibile e semplice nella ricerca è importante inserire un’immagine per ogni prodotto, e li dove fosse possibile anche un’immagine per ogni categoria di prodotti.
  2. Difficoltà ad acquistare.
    Uno dei momenti più delicati su un ecommerce è quando un utente ha deciso quale prodotto acquistare e si rende conto che sono necessari troppi passaggi per effettuare l’acquisto. Più click e operazioni sono necessarie e maggiore è la possibilità che il potenziale cliente si scocci e scappi via sul sito del concorrente.
  3. Il sito non ispira fiducia.
    L’acquisto online è una questione di esigenza e di fiducia. Se un acquirente non conosce ancora l’ecommerce ed è al primo acquisto, allora cerca delle ragioni per potersi fidare.
    Sicuramente per migliorare la fiducia nel proprio cliente sono necessari alcuni accorgimenti:
    A) Testare l’acquisto nel proprio ecommerce su tutti i maggiori browser.
    B) Inserire chiaramente le condizioni di vendita e le garanzie che l’azienda da ai propri clienti.
    C) Rendere chiaro il modo per richiedere assistenza.
    D) Inserire informazioni precise sulle caratteristiche dei prodotti e sul loro utilizzo.
  4. Il sito è troppo lento.
    Gli utenti web non hanno pazienza, siccome la maggioranza delle loro azioni viene fatta sui motori di ricerca si aspettano che tutti i siti siano veloci e funzionali come Google, ad esempio. Allora se un utente atterra su un sito che è molto lento, dopo qualche tentativo, scappa da un sito concorrente.
    Molti dimenticano che il sito concorrente dista solo un click.
  5. Non riuscire a parlare con una persona reale.
    Quando ci sono dubbi sul prodotto da acquistare nessuno vuole compilare un form e aspettare la risposta per email; vorrebbe telefonare e ottenere tutte le risposte alle proprie domande.
    Inserire un servizio di assistenza telefonica, ovviamente, non è fattibile per tutti gli ecommerce. Spesso, dato il prodotto da vendere, potrebbe essere addirittura controproducente.
    Ma, quando il business lo permette (prodotti ad alto margine o alto costo, e servizi a forte fidelizzazione), dare la possibilità di poter telefonare potrebbe essere davvero vincente, sia per chiarire i dubbi del proprio interlocutore sia per creare maggiore fiducia per le persone che acquistano per la prima volta. Servizi come skype possono essere molto graditi.

Quste sono le maggiori ragioni per le quali i clienti scappano da un sito ecommerce.

Questa è anche la ragione per la quale sono contrario agli ecommerce fatti con i CMS e agli ecommerce che si vendono a 9,90 al mese su servizi hosting condivisi. Se un’azienda vuole vendere online non deve assolutamente improvvisare e badare solo a risparmiare qualche centesimo, ma deve creare un vero e proprio progetto di web marketing e capire che senza investimenti iniziali sulla realizzazione di  un sito ecommerce valido, sulla pubblicità online, sul SEO e sulla propria reputazione online, non riuscirà ad avere successo.

Un Commento a “Ecommerce di successo: non far scappare i tuoi clienti!”

  • Giuseppe says:

    Tutto vero ciò che dici, aggiungerei un’altro motivo per cui la gente non compra su siti e-commerce di un certo “tipo”.

    La difficoltà a gestire l’ordine di acquisto, in poche parole il form è sempre difficile da gestire e se vuoi tornare indietro o ti sei dimenticato qualcosa le cose si complicano e allora la gente si stufa e se ne va.

    Ciao e buona giornata.
    Giuseppe

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp