Archivio di gennaio 2011

Posizionamento sui motori di ricerca puntate sul contenuto!

Non penso che ci sia niente di meglio, oggi, che puntare su contenuti originali per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca.

Questa frase che vedo rimbalzare in moltissimi blog di SEO non va sottovalutata assolutamente ma neanche sopravvalutatae. Certo che aumenta il suo fascino grazie alle ultime mega acquisizioni milionarie da parte di Yahoo che cerca continuamente di acquistare Content Farm.

Google, da parte sua, sta cercando di ridare maggiore peso al contenuto originale, rispetto a qualche anno fa quando bastava avere un enorme PR per essere posizionato anche per parole chiave poco inerenti con il testo.

Non bisogna neanche illudersi però che scrivere solamente del buon testo sia sufficiente per ottenere ottimi piazzamenti nelle SERP.

Ma allora cosa bisogna fare? Leggi il resto di questo articolo »

Quanto guadagna un project manager?

Nella nostra carrellata intorno a “quanto guadagna un..” dobbiamo, giocoforza, andare ad occuparci anche dei guadagni delle nuove professioni. Quelle legate al web (il copywriter, il web designer, il sistemista, il community development manager, e alla via così dicono in Marina) ma non solo.

Oggi parliamo del project manager e di quanto guadagna un project manager. Prima di parlare di quanto guadagna questa nuova (?) figura professionale andiamo un po’ a vedere, brevemente, quali sono le competenze e cosa fa un project manager.

Il ruolo del project manager all’interno di una impresa o azienda è quello di essere, in soldoni, il responsabile, il principale (quando non l’unico) pianificatore di un progetto ed il controllore dello stesso. Il project manager può essere una risorsa interna o una figura dell’agenzia o società che collaborerà alla pianificazione, progettazione e realizzazioni del progetto. In tal caso la risposta al “quanto guadagna un project manager” è essenzialmente legata alla posizione dello stesso all’interno delle rispettive aziende o agenzie. Posizioni che possono essere anche quella di un quadro o un primo dirigente, in qualche caso più raro anche di un dirigente di alto livello. Ben diverso, viceversa, è il discorso se il project manager è un libero professionista, o per usare uno slang più moderno un free lance o un contractor (dire mercenario mi sembra un po’ eccessivo e brutalmente retrò); in tal caso un project manager guadagna tanto

Leggi il resto di questo articolo »

Il mercato online delle cessioni del quinto diventa sempre più costoso

Spesso per esigenze lavorative mi trovo ad analizzare alcuni mercati online e a realizzare campagne di web marketing e di pubblicità online. Pochi giorni fa ho fatto una consulenza ad un’agenzia specializzata in cessione del quinto dello stipendio.

La richiesta del mio cliente era quella di ricevere delle richieste di informazioni o preventivo da parte di persone che avessero dei requisiti stringenti come ad esempio: un lavoro a tempo indeterminato pubblico o assunto da una SPA, oppure un pensionato.

Alle persone che hanno questi requisiti il cliente riesce a far ottenere condizioni particolari.

I passi per creare questa compagna di lead ( ricezione di richieste) sono stati i seguenti: Leggi il resto di questo articolo »

Il Numero di Dunbar applicato a Facebook e ai social vale sempre? Ancora di più..

Quest’anno si festeggeranno i 150 anni dell’unità d’Italia. Ci sono dei numeri che hanno una magia particolare non trovate? Il numero 150 è uno di questi.
Negli anni ’90 Robert Dunbar, sociologo inglese ricercatore a Oxford, elaborò una teoria nella quale dichiarava che una persona può stringere rapporti duraturi con una media di 150 persone. La teoria diventò ben presto quella del “numero di Dunbar”.
Il ricercatore affermava altresì che tale limite è oggettivo; in altre parole il nostro cervello non può materialmente mantenere rapporti costanti con un numero eccessivo di contatti.
Quanti di voi infatti riescono a seguire, costantemente e per bene, le vicende di oltre 100-150 persone?
Capite bene che, così, euristicamente, empiricamente e a naso, la teoria di Dunbar può avere un suo fondamento ed una sua validità.
Portiamo la ricerca nei Social Network, il numero vale ancora? Sì. Ed allora la corsa al record di amici su Facebook? Ai seguaci su Twitter? Ai collegamenti su LinkedIn? Tutta fatica sprecata? Sì. Sentite le vive parole di Dunbar: “L’aspetto interessante è che puoi anche avere 1.500 amici, ma quando si osserva il traffico all’interno dei social-network, si nota che le persone si muovono sempre all’interno di un cerchio di 150 persone. Le donne sono in grado di mantenere relazioni anche a distanza. Mentre i maschi hanno più bisogno di incontrarsi fisicamente”.

E se non ci credete ancora una ricerca di MSN rivelò che un utente chatta regolarmente con non più di Leggi il resto di questo articolo »

Web marketing a basso costo? Non funziona!

Voglio con questo post sfatare un mito che sta rovinando il mercato del web marketing e della pubblicità online in Italia.

Il mito, come potete benissimo immaginare, è la convinzione che aprire un’attività online costa poco e si guadagna molto bene da subito anche invenstendo poco o niente

Un’attività, anche se è online, ha bisogno di soldi da investire, soprattutto all’inizio. Sono rarissimi i casi di persone che guadagnano  molto bene (almeno 30.000 l’anno) attraverso internet e sono partiti senza investire un euro.

Mi capita spessisimo di incontrare imprenditori che vogliono aprire un ecommerce e pensano che una volta online fioccano le vendite. Come se per magia, una volta che il loro sito è presente in rete tutti lo trovano facilmente, si fidano di lui e sono disposti ad acquistare i loro prodotti. Non è così.

Per far realizzare, sviluppare e far crescere un’attività online bisogna assolutamente fare un business plann e stabilire gli investimenti da effettuare nei primi tre anni. Investimenti del tipo: Leggi il resto di questo articolo »

I 7 film geek, techno e cyberpunk che tutti dovrebbero…

Quali sono i film sul filone Geek e Cyber che ogni amante del genere deve vedere?
A noi di Puntoblog le liste e le classifiche non piacciono, e poi i gusti sono gusti, il nostro elenco terrà conto solo della cronologia di film che, comunque, sono stati rivoluzionari.
E non possiamo che partire dal maestro dei maestri: Stanley Kubrick.

2001 Odissea nello spazio: Il film di Kubrick è un evergreen. Punto. Liberamente ispirato ad un racconto, La sentinella, di Arthur C. Clarke, peraltro consulente dello stesso Kubrick (altra rivoluzione: un regista ed uno scrittore che vanno d’accordo) nella realizzazione del film, la space opera, chiamiamola così, apparterebbe al genere della Fantascienza, ma come non vedere elementi Geek nel computer Hal 9000? Un film che andrebbe visto e rivisto. E rivisto.

Blade Runner: “Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione. E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. È tempo di morire….” una frase immortale, che appartiene alla storia del cinema, ma c’è tanto altro in Blade Runner, capofila di film Cyberpunk come i fratelli: Terminator, Johnny Mnemonic, Minority Report, Inception, Io Robot e tanti altri. Un plauso va a Ridley Scott e, spesso viene dimenticato, al sognatore inquieto di pecore elettroniche Philip K. Dick. Leggi il resto di questo articolo »

Cresce il web in Italia, ma i politici dormono!

Ogni anno la penetrazione del web nel nostro bel Paese cresce raggiungendo sempre nuove persone e raggiungendo nuovi traguardi relativi al business online.

La crescita è strutturale.

Non è dovuta solamente all’aumento di persone collegate ma all’aumento di ragioni per collegarsi. Oggi sul web si trova di tutto. Anche l’obsoleta Pubblica Amministrazione si sta affacciando ad internet fornendo sempre nuovi servizi all’utenza. 

Purtroppo la Politica continua a tagliare fondi per lo sviluppo, e il mondo degli internauti paga un prezzo elevato in inefficienza e mancanza di infrastrutture.

Ma vediamo i numeri precisi: Leggi il resto di questo articolo »

Viber dichiara guerra a Skype!

Il mondo della telefonia è ricchissimo! Le grandi compagnie si contendono un mercato ricco e pieno di opportunità!

Ma anche sul web  la telefonia non scherza.

Skype, la famosissima piattaforma per telefonare attraverso internet  ha sbancato in tutto il mondo creando un nuovo modo di intendere le comunicazioni. Ebay fattura tantissimi dollari grazie a Skype.

Fino a poco tempo fa non esisteva un sistema che potesse definirsi un concorrente di questo colosso, esistono delle alternative ma muovono numeri piccoli a confronto.

Oggi, sfruttando il successo del mondo apple e delle sue infinite possibili App, nasce Viber con novità spettacolari e una forza nuova. Potrebbe essere l’unico vero grande concorrente di Skype. Vediamo perché: Leggi il resto di questo articolo »

Web reputation, le azioni da compiere quando..

Già in qualche occasione ci siamo occupati della gestione di commenti negativi che girano su di noi o sulla nostra impresa in giro per il web.
Come gestire i commenti negativi sarà il compito del web reputation manager, una figura che diventerà sempre più importante negli anni a venire, diventerà non meno importante intendo del commerciale o del direttore tecnico, la ricerca è sviluppo non l’ho menzionata perché in Italia è stato deciso che l’innovazione tecnologica non è economicamente né strategicamente conveniente.
Dinanzi ad un commento negativo cosa deve fare un web reputation manager? Leggi il resto di questo articolo »

Il Web marketing e la pubblicità online non sono la stessa cosa.

Pensavo che il web non ci si sarebbe portato dietro l’eterno equivoco, presente nell’economia tradizionale, fatto da molte persone che confondono il marketing con la pubblicità, una campagna di marketing con una campagna pubblicitaria.

Purtroppo anche sul web sono tanti a pensare che una campagna di web marketing si riduca nell’acquistare pubblicità online.

Chi legge questo blog saprà già la differenza ma io, in questo post, voglio dare una mia visione della questione. Focalizzandomi, non tanto sulla teoria dei libri e dei corsi, ma sulla pratica delle campagna di web marketing.

Per capire bene le differenze voglio definire cos’è davvero una campagna di web marketing analizzando quali sono i fattori che permettono di strutturare una buona campagna di web marketing: Leggi il resto di questo articolo »

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp