Il nuovo social Quora batterà Yahoo!Answers e Facebook Questions

In un precedente post di Puntoblog abbiamo parlato di due social emergenti come Quora e BranchOut. Vediamo un po’ meglio adesso com’è fatto e come funziona Quora.
In primis Quora, i cui fondatori sono Adam D’Angelo e Charlie Cheever (nella foto insieme a Rebekah Cox), non è aperto a tutti, se si vuol entrare a far parte del social bisogna essere invitati da qualcun altro.
E’ un posto per certi versi molto ben frequentato in quanto vi si trovano i ceo della Valley più famosa del mondo, dei business angel alla ricerca di nuovi talenti e nuove possibilità imprenditoriali, esperti di tecnologie emergenti o no, e così via. All’interno di Quora è possibile fare domande o rispondere a domande già poste; è un posto, per intenderci, più simile ad una seduta di brainstorming o ad una discussione MENSA e molto lontano dal bisbiglio di Facebook. Non è niente affatto raro vedere alti dirigenti di società prestigiose rispondere alle domande in Quora.
Gianluca Diegoli, un esperto italiano di Comunicazione Digitale, ha affermato che: “..Quora va a riempire uno spazio vuoto tra strumenti confinanti tra loro. LinkedIn per la reputazione, Twitter per gli argomenti di discussione, Facebook per i rapporti interpersonali, i siti di risposte ed i forum per la conversazione su argomenti precisi”.
Già, il 2011 sembra essere un anno con molta attenzione ai contenuti.

Google pensa di far sfruttare finalmente lo sforzo fatto per comprare Aardvark , Facebook sta testando Facebook Questions, ancora però ad uno stato embrionale. L’obiettivo dichiarato è cercare di far meglio di Yahoo!Answers che funziona malino.
I fondatori di Quora vengono, manco a dirlo, da Facebook, ma non erano programmatori frustrati e poco considerati anzi. Adam D’Angelo, che aveva conosciuto Mark Zuckerberg alla Phillips Exeter Academy (non è che avrà dei parenti in Italia?) era Chief Technology Officier mentre l’altro, Charlie Cheever era un manager di Facebook Connect ed ex Amazon.

I due sono riusciti ad attirare degli investitori e persone già conosciute, il settimo dipendente assunto da Quora è stato tal Matt Coher, che non dirà molto, ma era già stato vicepresidente di LinkedIn.
Farà meglio di Yahoo!Answers e LinkedIn answers? Le premesse per far meglio ci sono. Vedremo..

2 Commenti a “Il nuovo social Quora batterà Yahoo!Answers e Facebook Questions”

  • Luca says:

    è interessante però se è così difficile entrare rimarrà decisamente di nicchia.

  • DemoneBianco says:

    Purtroppo Yahoo Answare ha criteri di moderazione pessimi, come ho io stesso appurato, dove vengono chiesti illeciti alla luce del sole e se vengono segnalati se ne escono solo con pochi punti tolti, che ovviamente non fanno “paura” a nessuno. Sto cercando una valida alternativa a Y/A

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo alla ricerca di soluzioni per la propria assicurazione auto. Un blog del genere può diventare il punto di riferimento per gli utenti che cercano.

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp