Vacanze negli Stati Uniti? Richiedi subito l’Esta

Organizzare una vacanza negli Stati Uniti
Sognate un viaggio on the road lungo la route 66 oppure siete ansiosi di vedere New York, la Grande Mela o l’iconica Los Angeles? Programmare un viaggio negli Stati Uniti potrebbe essere l’idea giusta per le vostre vacanze estive tuttavia, prima di partire, occorrerà fare attenzione ad alcuni dettagli che potrebbero rivelarsi di importanza fondamentale. Diversi paesi prevedono la presentazione di una serie di moduli e documenti per poter accedere nel loro territorio e gli Stati Uniti sono tra questi. Negli ultimi anni, la trafila da compiere per entrare negli USA ha subito delle leggere modifiche: a partire dal 2009 è entrato in vigore il Visa Viewer Program. Per potervi aderire, è necessario che lo scopo del viaggio sia il turismo e il periodo di permanenza inferiore ai 90 giorni ma, soprattutto, aver compilato un m
odulo particolare che verrà vagliato dal dipartimento statunitense incaricato. Si tratta dell’Esta, sigla che sta per Electronic System for Travel Authorization. Se il motivo o la durata del viaggio dovessero essere differenti, si potranno richiedere visti specifici a seconda delle varie esigenze.

Come compilare il modulo Esta
Come si evince dal nome, il modulo Esta è un’autorizzazione a compiere un viaggio verso gli Stati Uniti. Si tratta di una domanda che si effettua esclusivamente in via telematica e prevede la compilazione di un questionario riguardante i dati anagrafici del viaggiatore, il suo stato di salute, il passaporto e le ragioni del suo soggiorno negli USA. Una volta completato e inviato, verrà valutato direttamente dagli organi statunitensi preposti, che provvederanno in tempi generalmente molto brevi a concedere o meno l’autorizzazione. Proprio per questa ragione, sebbene normalmente la pratica risulti evasa già dopo 72 ore, è opportuno organizzarsi con largo anticipo e richiedere l’Esta alcune settimane prima del viaggio. Questo anche perché, in caso la domanda non dovesse andare a buon fine, si avr&ag
rave; tutto il tempo per poter chiedere direttamente un visto presso il Consolato.

Qualche informazione in più sull’Esta
La compilazione dell’Esta può avvenire esclusivamente online e richiede il versamento di una piccola somma. La procedura può dirsi terminata quando lo stesso è andato a buon fine. L’autorizzazione è valida per due anni a meno che non siano occorsi mutamenti particolari che debbano essere segnalati alle autorità statunitensi o che lo scopo del viaggio sia differente, ad esempio per motivi lavorativi. Un buon consiglio è quello di stampare la ricevuta dell’Esta e portarla con sé durante il viaggio, assieme al passaporto. Per quanto riguarda le domande cui bisogna rispondere, va detto che hanno lo scopo di accertare la natura del viaggio e l’identità delle persone che intendono recarsi negli USA. Sebbene alcune possano lasciare il viaggiatore stupito o interdetto, sarà opportuno rispondere con estrema sincerità. Alcune risposte sono opzionali,
http://www.repubblica.it/tecnologia/socialnetwork/2016/12/28/news/_quali_social_ha_da_dichiarare_l_ultima_richiesta_delle_dogane_statunitensi-154953432/ ma l’intento, come si vede chiaramente, è avere un quadro il più possibile dettagliato di coloro che entrano nel Paese. Il modulo Esta va compilato anche per bambini e neonati. Il questionario è disponibile anche in italiano.

Quindi riassumendo:
– Chi voglia recarsi in vacanza negli Stati Uniti, prima di partire dovrà richiedere l’Esta.
– L’Esta è un modulo da compilare online. Un ufficio statunitense preposto vaglierà le risposte e, solitamente nel giro di 72 ore rilascerà l’autorizzazione a recarsi nel paese.
-L’Esta è valido per due anni e può essere richiesto se il motivo del viaggio è il turismo e se lo stesso è inferiore a 90 giorni. Per altre esigenze, si possono richiedere visti particolari presso gli organi preposti.
– L’Esta non è gratuito.
– L’Esta fa parte del Visa Viewer Program, in vigore dal 2009.
– Non tutti i paesi possono avere accesso al Visa Viewer Program. All’interno dei siti istituzionali di riferimento è indicata la lista delle nazioni che possono accedervi.

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo alla ricerca di soluzioni per la propria assicurazione auto. Un blog del genere può diventare il punto di riferimento per gli utenti che cercano.

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp