Il pagerank piace ancora a molti, ma dalla casa madre dicono…

pagerank_googlePagerank si! Pagerank no!
Sento spessisimo parlare del PR anche se ormai ha 12 anni, infatti è stato creato ormai ben nel 1998. Qualcuno pensa che serva ancora, e qualcuno pensa che non serve più a niente per le SERP. Purtroppo, la verità assoluta non ci è dato saperla. Sicuramente è possibile affermare in maniera assoluta che non è, come una decina d’anni fa, il fattore più importante.
Oggi è, secondo la mia esperienza, solo uno dei fattori che Google valuta e sicuramente non il più importante. Secondo Matt Cutts, uno degli uomini di spicco di Google,  ci sono addirittura 200 fattori che il motore considera. Chissà se è vero che sono proprio 200, secondo me sono molti meno quelli determinanti. Il buon Matt lo ha affermato per scoraggiare i SEO “furbi” ad utilizzare strategie di spinta per scalare le SERP.

L’utlima info che ho letto, sopra un blog di cui mi fido ( tagliablog ), che un personaggio di spicco Peter Norvig (Director of Research) ha affermato che “Una cosa che penso sia ancora sopravvalutata è il PageRank. La gente pensa che basta fare un calcolo sul “web graph” e quindi ordinare le pagine. E’ vero, questo calcolo è importante, ma è solo una delle tante componenti. Noi non abbiamo mai pensato in questo modo. Non abbiamo mai pensato che fosse un fattore così importante. Ha un nome orecchiabile e riconoscibile, ma abbiamo sempre guardato a tutti i dati disponibili…
C’è questa confusione in quanto c’è una componente che è chiamata PageRank, ma anche l’intero algoritmo di Google viene chiamato così. Ed è un errore. Dobbiamo migliorare un po’ il branding”

Leggendo queste righe capiamo che il PR non è morto ma è molto meno importante di quanto pensano molte persone, che cercano a tutti i costi di aumentare la famosa barretta verde.

Spero che questa informazione faccia capire, i SEO bravi già lo sanno, che fare azioni SEO spinte senza lavorare sulla qualità delle pagine, la qualità dei consumi e l’autorevolezza nella rete.

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo alla ricerca di soluzioni per la propria assicurazione auto. Un blog del genere può diventare il punto di riferimento per gli utenti che cercano.

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp