Ricevere Back Link: le strategie più produttive

back-linkSpesso mi viene chiesto, come posso aumentare i miei BL senza rischiare che google mi penalizzi. Ci sono tanti modi per ricevere uno o più  BL, ma pochi danno davvero un grande risultato in termini di posizionamento e di passaggio di Trust Rank. Oggi con questo post voglio passare in rassegna ad alcune forme di BL, almeno le più conosciute e valutare quando siano produttive al fine del posizionamento su Google.

Prima di iniziare l’elenco delle strategie, vorrei ribadire il concetto che a Google piace moltissimo che un sito riceva in maniera naturale dei BL da articoli e siti a tema che abbiano anche un buon trust rank.

Vediamo quali sono i più famosi modi per ricevere un BL

SCAMBIO LINK: Il più vecchio sistema per ricevere un BL è il classico scambio di link. In pratica, il sito A.est inserisce nella sua home un link a B.est e B.est ricambia inserendo un link nella sua home al sito A.est. Questo scambio di link si chiama “scambio di link incrociato“, fino a 4-5 anni fa a google piaceva questa operazione ora non la penalizza ma non la considera proprio, praticamente inutile. Esiste una variazione allo scambio di link incrociato che è lo “scambio di link trinagolare“, in pratica se ho 3 siti ( o pagine di siti diversi) A, B e C li link come segue. A linka B, B linka C e C linka A. Questo processo può essere replicato in maniera matematica anche per gruppi di siti di numero maggiore di 3, ci sono anche sulla rete dei siti che organizzano, in maniera automatica unno scambio di link triangolare per N siti ( dove per N intendo un numero intero maggiore di 2). Gli scambi di link triangolari sono molto più efficaci di quelli incrociati. Purtroppo, ho letto, e penso sia piùttosto vero, che Google riesce a carpire quali sono gli scambi di link triangolari, soprattutto per scambi tra gruppi di siti piccoli formati da 3, 4 o 5 siti.

ACQUISTO BL: L’acquisto di un BL, è un’operazione che Google odia, ovviamente perchè va contro il suo obiettivo di conoscere davvero quanto un sito sia importante per la rete attraverso i BL naturali. Infatti Google, quando si rende conto che un sito sta vendendo link verso altri siti, gli abbassa il PR ( che forse non serve a nulla) e forse gli abbassa anche il trust rank. Quindi se volete acquistare dei link, fatelo attraverso contatti diretti e non attraverso i market di link.

RICEZIONE NATURALE DI BL: Questa ovviamente, anche non essendo una vera e propria strategia, è il modo più efficace, produttivo e performante per ricevere BL. Per far si che un altro Web master o blogger sia motivato a inserire un link alle vs. pagine è importantissimo che il vs. sito sia pieno di informazioni di qualità e scritte bene. Io, personalmente, ho gestito e gestisco tuttore, sia siti/blog con post di bassa qualità che alcuni altri con post di elevata qualità e ovviamente i BL naturali mi arrivano quasi solo sulle risorse di qualità che offro alla rete. Purtroppo questo processo, quello dei BL naturali, è lento e non controllabile, ma vi assicuro che porta eccellenti risultati per quello che riguarda le posizioni nelle SERP.

INSERIMENTO DEL SITO NELLE DIRECTORIES: L’inserimento dei proprio sito nelle directories, operazione tra le più vecchie per ricevere BL, ormai non serve più per il posizionamento nelle SERP, ma serve molto per far si che lo “spider” del motore di ricerca ritorni spesso sul ns. sito e aggiorni spesso il suo DB e le posizioni nelle SERP. Io consiglio di investire un po’ di tempo nell’inserimento nelle directories più famose in maniera manuale e non utilizzando i software che si trovano sulla rete.

INSERIMENTO DEL SITO NEGLI AGGREGATORI DI NEWS: Ottima strategi per far conoscere il sito e ricevere visite, ma non serve a molto per il posizionamento del sito. A volte succede, purtroppo molto spesso, che Google posizioani sia il post scritto sul proprio sito che lo stesso post pubblicato dall’aggregatore, ma con la differenza che inserisce nella posizione più alta il sito con maggiore TR. In genere gli aggregatori hanno un alto TR e quandi vi trovate nelle SERP prima l’aggregatore e poi il vs. sito e questo non fa bene al posizionamento in genere.

ARTICLE MARKETING: Ottima strategia per riceveer BL di qualità e pertinenti sul tema del sito. Attenzione però che valgono molto ma molto di più gli articoli postati su siti a tema che gli articoli postati su siti di article marketing. Quindi la strategia che io consiglio è quella di inserire si qualche articolo su siti di article marketing, ma contattare blogger e proprietari di siti a tema per farsi pubblicare delgi articoli che citino la vs. fonte.

RECENSIONI “NATURALI”: Le recensioni sono articoli che presentano un sito, o una parte di esso. Sono un’eccellente strategia per ricevere un BL di qualità agli occhi di Google. Ho inserito le “” sulla parola Naturali perchè ovviamente funzionano benissimo anche se la recensione viene acquistata. Io consiglio moltissimo di investire in recensioni su siti a tema. Molto importante è anche come viene scritta la recensione e dove e come vengono inseriti i BL, ma questo los piegherò in un altro post.

SOCIAL NETWORK: Qualcuno pensa, che creare un gruppo su un Social network del proprio sito e far aumentare il Trust rank del gruppo porta a migliorare il trust rank del sito in questione e quindi anche le posizioni nelle SERP. Non so se sia vera questa  notizia, ma penso che nel tempo Google non darà particolare peso ad alcuni social network. Chi gestisce un gruppo su facebook saprà sicuramente che aumentare i propri fan non è un’operazione complicata e ci sono anche tanti trucchetti per portare il proprio gruppo a svariate migliaia di fan. Quindi quando google si renderà conto, se non lo ha già fatto, che è una strategia non naturale allora non ne terrà conto.

In conclusione, spero di non aver dimenticato nessuna strategia, penso che oggi per ottenere dei buoni risultati sul posizionamento sui motori bisogna lavorare e investire tempo e soldi nelle operazioni “off the page” per migliorare il Trust rank del proprio sito.

2 Commenti a “Ricevere Back Link: le strategie più produttive”

  • Paki says:

    D’accordissimo! Ottimo articolo!

    Un buon metodo, da te citato forse non direttamente, è sicuramente il “guest post”, magari su siti a tema ma non necessariamente. I vantaggi sono molteplici, ma primi fra tutti:
    1) Riceverete un buon backlink;
    2) Avrete un “nuovo pubblico” se l’articolo suscita interesse di quella nicchia;
    3) Un po’ di traffico diretto, che non fa mai male 😛

  • instantempo says:

    Condivido l’idea di paki, pienamente

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo alla ricerca di soluzioni per la propria assicurazione auto. Un blog del genere può diventare il punto di riferimento per gli utenti che cercano.

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp