Google Adsense rilascia il 68% ai publisher!

Finalmente dopo tanti anni Google ha comunicato le percentuali esatte che rilascia ai publisher dalle cifre che raccoglie dagli inserizionisti di adwords. Dopo i problemi con l’Autority Italiana, con la FIEG, e dopo molto malcontento finalmente il Gigante ha reso pubblico la revenue sharing spettante agli editori del programma Adsense.

Il 68% delle cifre raccolte dagli inserzionisti di adwords, per i click sui banner di contenuti andranno ai publisher. Mentre il 51% dei click derivati dalle ricerche.

Niente male davvero.

Io pensavo molto ma molto meno. Ero convinto che rilasviava meno della metà. Invece il 68% è una cifra di tutto rispetto.

Ora che Google ha fatto questo passo avanti verso la trasparenza,magari apre anche un servizio di ticketing efficiente, per rispondere alle domande relative al ban o a problematiche relative agli account. Come consiglia Davide Pozzi nel post seguente: http://blog.tagliaerbe.com/2010/05/percentuale-adsense-editori.html 

Comunque io sono molto contento della notizia e mi convinco sempre di più che Adsense è il milgior programma di affiliazione presente in Italia. Dopo averne provati più di una decina ormai, mi rendo conto che è quello che converte di più le visite in denaro. Non so all’estero se ci sono programmi che hanno un ecpm simile o migliore.

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp