Self marketing. Crea empatia in 10 passi

Quando si comunica con un’altra persona è fondamantale creare empatia!

Quando si crea una comunicazione empatica si aumenta mooltissimo la probabilità che l’incontro diventi fruttuoso. Non è sufficiente che il colloquio sia cordiale ma i protagonisti  si devono piacere, stimare e fidare l’un dell’altro.

Per raggiungere i propri obiettivi lavorativi e personali è fondamentale curare molto bene il self marketing.

Nel caso specifico in questo post verranno indicati i 10 passi per creare empatia nella comunicazione:

  1. PRESENTAZIONE. La stretta di mano, quando ci si presenta è fondamentale. Deve essere salda ma non troppo forte. La mano deve essere con il palmo in verticale e parallela alla mano dell’interlocutore. Spesso nella posizione della mano si comunica quando una persona è insicura, in difficoltà, o vuole predominare. Se si seguono queste piccole accortezze si parte con il piede giusto.
  2. SGUARDO. Guardare il proprio interlocutore nella zona che va dalla fronte a metà collo. Questo è un messaggio subliminale per indicare che siamo interessati sinceramente a lui.
  3. IL NOME, IL SUONO PIU’ DOLCE. Chiamare per nome una persona ha un doppio effetto positivo. Il primo è il messaggio di interesse verso l’altra persona, il secondo effetto positivo è figlio del fatto che il nome proprio per la maggioranza delle persone è il suono più bello ed emozionante che esiste.
  4. SORRIDERE. Sorridere è contaggioso. Non conviene ridere a crepapelle se non è dovuto ad una battuta, ma il sorriso è fondamentale per poter creare un ambiente favorevole.
  5. PRONOMI. Utilizzare spesso il “tu” o il “lei” e “tuo” o “suo”, evitare di parlase tropppo di se e quindi utilizzare poco “io”, “mio”, “noi”. Il protagonista della comunicazione è la/e persona/e davanti a voi.
  6. ASCOLTARE IL MANIERA ATTIVA. Sapete perchè l’uomo ha 2 orecchie e 1 sola bocca? Perchè bisogna parlare la metà di quanto si ascolta. Poi è fondamentale ascoltare in maniera attiva osservando il nostro interlocutore, notando anche le sue espressioni, le intonazioni e i suoi movimenti.
  7. PONI DOMANDE. Un altra strategia per interessarsi sinceramente al porprio interlocutore e porre domande per cercare di capire meglio il suo punto di vista.
  8. GESTIONE EMOZIONALE DELLA COMUNICAZIONE. Buona norma è quella di gestire al meglio le emozioni della comunicazione creando un ambiente favorevole. Quindi riempire il dialogo di gentilezza, ritmo rassicurante, immagini serene e con contorni vaghi, ripetizioni, ecc… Utilizzare termini potenzianti per evocare emozioni positive, e termini positivi preceduti con il “non” per esprimere emozioni negative.
  9. ESPERIENZE PERSONALI. Un eccellente modo per poter convincere una persona è quella di raccontare storie. Se poi questi racconti  sono lagati al proprio vissuto allora è molto meglio.
  10. LE MANI. Utilizzare al meglio le proprie mani per rafforzare la comunicazione e per trasmettere fuducia e sincerità. Il palmo delle mani rivolto verso l’interlocutore aiuta a creare un ambiente di fiducia. Evitare le braccia conserte e le mani in tasca.

Questi 10 passi sono molto importanti nel self marketing per creare empatia e gestire in maniera produttiva un dialogo.

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo alla ricerca di soluzioni per la propria assicurazione auto. Un blog del genere può diventare il punto di riferimento per gli utenti che cercano.

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp