Il Dalai Lama e Britney Spears, che Maggio per Twitter!!

Maggio 2010 è stato, per la piattaforma di microblogging Twitter, un mese particolare, un mese magico, di quelli da ricordare; non sappiamo ancora se ci sarà, e che affetto avrà, il Quit Facebook Day, ma è logico ritenere la piattaforma Twitter “adulta”, capace di sfidare le stagioni e le mode, quante stagioni e quante mode è un esercizio di previsione pericoloso e tutto sommato inutile al momento in quanto TWITTER C’E’ e si fa sentire.
Partiamo dalle frivolezze (dopotutto è lunedì!). E’ con immenso dolore che devo comunicarvi che  Ashton Kutcher, l’attore nonché toy boy di Demi Moore (un tempo che sembra una vita fa è stata la tenera Molly di Ghost), è stato superato per numero di “followers” su Twitter da un’altra star che ha fatto molto parlare di sé.
Qualche indizio? Dodici anni fa in un video scolastico sembrava destinata a diventare la nuova fidanzatina d’America, in seguito è diventata la ragazzaccia d’America, quella cui volevano togliere anche i figli.
Sto parlando di Britney Spears.
Britney Spears ha superato lo scorso week-end Ashton Kutcher per numero di followers ( e senza anche il mio di follower ;-)).
Ma non è stato per questo dato chiamiamolo statistical vip, peraltro in costante aggiornamento (a quanto stanno Rihanna, Beyoncè e Lady Gaga !!) a rendere speciale Maggio per Twitter.
Non capita però tutti i giorni che un capo spirituale usi Twitter per tenersi in contato con i fedeli.
Il Dalai Lama, impossibilitato a posare il suo piede sul suolo cinesi ha potuto però ugualmente far sentire la sua voce, i suoi tweet, e comunicare con i fedeli, ovviamente siamo in regime di censura, ma ciononostante e per breve il leader tibetano ha fatto sentire la sua voce e la sua vicinanza.
Una cosa non da poco e che dimostra, una volta di più, che le tecnologie ed i social sono davvero in grado di azzerare alcune distanze.
Twitter, sempre per rimanere da quelle parti, mentre in Pakistan è sempre in vigore il bando sine die, sembra essere “simpatico” agli occhi di Il ministro degli interni Rehman Malik, che ha concesso al figlio di twittare.
E Twitter è stato uno dei canali privilegiati, come lo fu lo scorso anche lo scorso anno nei tumultuosi giorni iraniani, per sapere ed avere una visione diversa di quello che è successo in questo sanguinoso maggio a Bangkok.
La tecnologia è libertà, i social ancora di più. Twitter ancora di più.

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo alla ricerca di soluzioni per la propria assicurazione auto. Un blog del genere può diventare il punto di riferimento per gli utenti che cercano.

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp