Archivio di luglio 2010

Marketing e pubblicità. L’eterno equivoco!

Quando si parla di marketing, per la maggioranza dei piccoli imprenditori, soprattutto quelli vecchia maniera, si confonde con le campagne pubblicitarie che l’azienda fa per aumentare i propri contatti e le proprie vendite.

Ovviamente, per chi conosce il marekting, e il web marketing, sa che la pubblicità è solamente un passaggio di tutto il piano. Per fare una metafora calcistica, il marketing è formato dall’insieme di giocatori della squadra di calcio, ognuno con il suo ruolo, e la pubblicità è uno dei calciatori.

Senza un piano marketing bene organizzato, la pubblicità potrebbe non produrre gli effetti desiderati, al contrario con un piano marketing strutturato in maniera brillante, la pubblicità ottimizza e racchiude il messaggio che il marketing vuole far arrivare al target di riferimento.

Questo vale anche per il web. La maggioranza degli imprenditori che gestiscono uno o più siti per guadagnare hanno l’illusione che facendo un po’ di pubblicità online, banner, email marketing, adwords o similari, si garantiscono il successo online. Non è così, quasi mai!

Per ottenere grandi risultati e che presentino i loro benefici nel tempo bisogna organizzare un vero e proprio piano di web marketing con tanto di: Leggi il resto di questo articolo »

Quanto costa una modella professionista per un catalogo di moda!

Questa domanda mi è stata posta dal titolare di un’azienda che per la prima volta ha deciso di pubblicizzare la propria linea di moda ingaggiando una modella professionista. Non è stato facile trovare delle risposte e soprattutto, il range è troppo ampio.

Per trovare modelle professioniste mi sono rivolto ad alcune agenzie e ho notato che il costo era dovuto a 2 fattori principali: la bravura e quanto è conosciuta. La bellezza, non è un parametro economico, essendo troppo soggettivo, ma è un parametro di scelta.

Per quello che riguarda la bravura. Una modella molto brava permette la creazione di un book fotografico in molto meno tempo, rispetto ad una meno esperta che va guidata in tutto e per tutto dal fotografo. Inoltre, l’esperienza fa la sua parte. Infatti le modelle che hanno lavorato tanto costano molto di più di quelle che hanno lavorato poco o che sono alle prime armi.

Quanto sono famose. Questo parametro, può far schizzare il costo di una modella anche di 2 zeri, rispetto ad una brava. In questo caso si parla più che di una modella, di una ragazza immagine dell’azienda.

Per quantificare, comunque, quanto costa una modella professionista per un book fotografico, utile a pubblicizzare un cotalogo di moda, i prezzi possono partire da Leggi il resto di questo articolo »

Larry Ellison è l’Ad più pagato degli ultimi 10 anni, uno spot vivente, insieme a Steve Jobs ed Obama, del Sogno Americano

Larry Ellison sul tetto del mondo. Lo è già stato a Febbraio direte voi, quando, con il suo trimarano USA 17 di BMW Oracle Racing, ha riportato negli States la Coppa America di Vela, usurpata prima dai neozelandesi di Russell Coutts e successivamente dagli svizzeri di Alinghi.
In tutte queste vittorie, comprese quella di Bmw Oracle c’è lo zampino e la griffe di Russell Coutts.
Larry Ellison risulta essere l’Ad (l’amministratore delegato) più pagato del mondo negli ultimi 10 anni, ma questo non gli ha impedito di tirare all’occorrenza le vele spalla a spalla e gomito a gomito con l’ultimo dei mozzi.
Larry Ellison, la cui storia andrebbe raccontata, ideatore e padrone di Oracle, con 1,84 miliardi di dollari è in testa alla classifica degli amministratori delegati di aziende quotate in Borsa più pagati degli ultimi dieci anni.
Ellison precede nella classifica Barry Diller di Iac/InterActive e Expedia.com, un sito di viaggi. Barry ha totalizzato 1,14 miliardi di dollari. Ray Irani, Ad di Occidental Petroleum, è terzo con 857 milioni di dollari. Quarto Steve Jobs con 749 milioni di dollari. Ellison e Jobs sono, del quartetto, nettamente i più conosciuti, ed hanno dei punti in contatto. E non solo perché entrambi hanno fatto soldi a palate con l’informatica, quanto perché entrambi sono stati dati in adozione ed in pratica Leggi il resto di questo articolo »

Il blog indispensabile per sfruttare al meglio il sito aziendale

Tutte le aziende, oggi dovrebbero avere un sito. Questa frase andava bene qulache anno fa!

Oggi non è più sufficiente avere un sito qualsiasi, ma è necessario che il proprio sito aziendale rispetti alcune caratteristiche per ottenere il successo online.
Caratteristiche come la navigabilità, la possibilità di rendere veloce ogni ricerca di informazioni da parte dell’utente, la possibilità di interagire con i propri utenti, una grafica pulita ed accattivante ( eliminate i siti totalmente in flash ), il sito inoltre deve essere posizionato sui motori di ricerca, e curato sulla grafica affinchè spinga il lettore ad effettuare le azioni congeniali per l’azienda ( sia una compilazione di un form, un acquisto online, una telefonata, ecc…)

Ma come si fa, oggi, con molti siti aziendali vecchi e non web 2.0 a sfruttare le opportunità che ci offre la rete?

Il blog aziendale è la soluzione!  Spesso si può raggiungere un successo online inimmaginabile per un semplice sito aziendale con una comunicazione istituzionale.

I vantaggi sono molteplici: Leggi il resto di questo articolo »

Luglio e Facebook, un’estate molto hot, forse anche troppa tra stalking, omicidi e video hard

Facebook, da buon social, a voler usare un eufemismo, amplifica e di molto ogni atteggiamento sociale.
Per certi versi Facebook si sta dimostrando particolarmente utile nel veicolare rabbia, risentimento e voglia di vendetta.
Ma, trattandosi di un medium, per quanto potente, in sé il social non è responsabile di atteggiamenti infami o di un uso criminale dello stesso, in ciò Facebook non è più colpevole di un telefono.
A cambiare, trattandosi di un social, è la scala, l’impatto.
In un precedente post abbiamo messo in evidenza l’incremento di separazioni, fonte AMI, l’Associazione Avvocati Matrimonialisti, con cause da attribuire a flirt sbocciati su social.
E questo mese di Luglio ha messo in evidenza almeno tre episodi di un uso errato di Facebook e altri social, un uso dettato da istinti bassi, quando non omicida.
E’ il caso della 34enne pugliese, Chiara Brandonisio, uccisa a strangate da un Leggi il resto di questo articolo »

Il web potrebbe essere l’immobiliare del 21 secolo

Studiando i boom economici e studiando come si sono arricchiti nel tempo alcune persone, ho notato ( e non è certo una scoperta ) che moltissimi, anche partendo con pochi soldi, hanno creato una fortuna attraverso lo sfruttamento del boom immobiliare degli anni 70-80.

In breve cosa è successo. Una persona finanziabile, acquistava 1 o più appartamenti e affittandoli si ripagava il mutuo  e spesso gli restava anche un surplus da reinvestire. In seguito la stessa persona, una volta dimostrato di essere un ottimo pagatore, acquistava altri appartamenti, con la stessa formula di ripagarli attravero il fitto. In questo modo, dopo una decina di anni, i più bravi sono riusciti a crearsi un patrimonio immobiliare importante e una rendita spettacolare, dovuta alla differenza tra gli affitti e le rate del mutuo da pagare.

Oggi, per come si è trasformato, il mercato immobiliare non permette più queste operazioni, per svariate ragioni.

Dopo questa analisi, molto semplice ed immediata del resto, mi sono chiesto se potrebbe esistere un nuovo mercato che possa ripetere il boom di guadagni che per molti è stato il mercato immobiliare.

La risposta sta nel web. Nella creazione e nella compravendita di siti, blog e portali che creano guadagni e rendite. Vediamo quali sono le ragioni che mi portano a paragonare i due business: Leggi il resto di questo articolo »

Taleb e Nothomb best seller tra gli ebook. Il nuovo mondo editoriale sarà più meritocratico? Forse sì..

Ebook che passione. E come per i libri cartacei iniziano a riempirsi le librerie, ed iniziano le prime classifiche delle vendite relative agli ebook.
Uno dei primi a rivelare i dati è stato lo store BookRepublic, una piattaforma di distribuzione libri online fondata da Marco Ferrario (Sperling & Kupfer) e Marco Ghezzi (Kowalski Editore). La piattaforma è fortemente orientata verso gli editori indipendenti e si presenta come competitor di Edigita (Rcs-Feltrinelli-Gems), piattaforma “attenzionata” dall’antitrust, ma dovrebbe essere tutto OK, perlomeno per adesso.
BookRepublic definisce se stessa come “il primo servizio di distribuzione online per la piccola e media editoria di qualità”.
Lo store è partito con circa 500 libri ma con l’intenzione di portare la libreria a 10 volte tanto entro Natale, periodo nel quale si stima che, per ogni 100 libri venduti, 2 saranno per lettori ebook.
Il formato scelto è ePub.
A scorrere la classifica ecco che subito il lettore meno smaliziato potrà restare sorpreso.
Perché?
Perché ai primi due posti figurano due scrittori, Amélie Nothomb (Cosmetica del nemico) e Nicholas Nassim Taleb (Il cigno nero. Come l’improbabile governa la nostra vita), che definire hot è poco, in quanto i due sono radioattivi.
L’una (Nothomb) romanziera, l’altro (Taleb) saggista, sono accomunati dall’essere dissacranti. Lei un po’ una Houellebecq al femminile, iconoclasta e caustica; Taleb (foto) è uno degli Leggi il resto di questo articolo »

Ferrari, la più amata dagli…internauti. Un brand vincente

Di tanto in tanto sul blog Puntoblog ci occupiamo anche di brand, di lovemark, in quanto consideriamo il brand qualcosa di più emozionale di una semplice griffe o un marchio, e pertanto, poiché siamo mossi dalle emozioni, un valore aggiunto per l’impresa.
Ovviamente in tutto il mondo vengono stilate delle classifiche di brand e spesso alcuni brand italici figurano ai primi posti. Una recente ricerca è stata posta in essere dai reputation manager di Act Value, persone specializzate, anche con supporto software, nell’analisi delle opinioni degli utenti sulla Rete e nella misurazione della Reputazione online.
L’analisi, nelle parole dell’ingegner Andrea Barchiesi, inventore del software Reputation Manager e coordinatore del lavoro di analisi sui principali brand italiani e global, è stata effettuata tenendo conto dei siti, delle discussioni su social e blog, su siti personali, su wiki e siti Web 2.0, era tesa a capire quale Leggi il resto di questo articolo »

Link Popularity attenzione ai social e al trust che potrebbero passare

La link Popularity è fondamentale per essere posizionati eccellentemente sui motori di ricerca. Oggi, come stanno le cose lato SEO, non se ne può fare  meno. Molti SEO Specialist organizzano vere e proprie campagne di link building per cercare di aumentare la LP e per aumentare e gestire il trustrank di un sito.

Ma cosa cambia con il prepotente avvento dei socialnetwork? Cosa cambia nella ridistribuzione del trustrank?

Questa sarà tra le discussioni più importanti per il SEO per i prossimi tempi.
Il trustrank, che oggi passa da siti a siti, in base alla tematicità e all’importanza del sito, determina, le posizioni nelle SERP di Google. Oggi i social network potrebbero rivoluzionare tutto ciò per varie ragioni: Leggi il resto di questo articolo »

Le ragazze di Ostia battono Vale Rossi e il polpo Paul

YouTube è uno spazio molto competitivo, ed il successo è visualizzato (è proprio il caso di dire) dalle visualizzazioni del video postato. Non pochi esperti di web marketing stanno da tempo cercando di monetizzare gli accessi, ore ed ore a studiare trend, ad fare mash-up di immagini e suoni e voilà… eccoli lì a mordere la breccia mediatica dietro ad un video burino secondo alcuni. Il video delle due teen, Romina e Debora, al mare ad Ostia che sono diventate star per caso parlando di sabbia che pizzica, di pelle che fa a’ colla, der calippo e da bira.
Nel caso della Bira la ragazza non hanno neanche tenuto conto del promemoria romano che recita: “Bira con due ere, altrimenti è erore”.
Sono loro le protagoniste di Luglio 2010 su YouTube, ancor più del polpo Paul, più ancora del ritorno in pista a tempo di record di Valentino The Doctor Rossifumi Rossi.
I più reattivi a sfruttare il momento si sono dimostrati i Leggi il resto di questo articolo »

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo alla ricerca di soluzioni per la propria assicurazione auto. Un blog del genere può diventare il punto di riferimento per gli utenti che cercano.

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp