Come scrivere una mail convincente

Una delle strategie di web marketing maggiormente performanti resta l’invio di email, newsletter o DEM che siano. Ma questa startegia, che deve essere messa a punto e realizzata con molta attenzione per non diventare fastidiosi e per non violare le leggi sulla privacy, non è così semplice ed immediata come si è portati a pensare.

Bisogna stare attenti a molti fattori critici, come ad esempio la lista alla quale inviare le email. Bisogna essere sicuri della bontà della stessa. Infatti bisogna conoscere sia la targettizzazione degli utenti, sia quanto mediamente aprono email commerciali.

Bisogna, inoltre, saperla scrivere bene in tutte le sue parti dall’oggetto al testo, affinchè venga aperta, venga letta e infine convinca gli utenti ad effettuare l’azione per la quale è stata inviata, che sia quella di cliccare su di un link, a quella di far telefonare, ecc…

Vediamo, insomma, come scrivere una mail convincente:

Per convincere è necessario mettere al primo piano il vero protagonista dell’email: Chi la deve leggere. Quindi per scrivere una mail convincente bisogna scriverla per dare qualcosa di davvero interessante all’utente che non vuole certo essere “scocciato” di un’altra email commerciale come tante altre. Insomma bisogna colpirlo, dargli qualcosa che vuole, incuriosirlo, fornirgli informazioni preziose, ecc…

Con questo principio cardine nella scrittura delle email procediamo sui 10 passi da seguire:

  1. Il TITOLO (Oggetto della mail) è fondamentale.
    Se il titolo non è scritto bene l’email non viene neanche aperta. Il titolo deve incuriosire e deve distinguersi tra tanti altri. Inutile scrivere un titolo anche se accattivante ma che utilizzano tutti nel settore, perchè si perde nella massa e la % di persone che aprono l’email diventa decisamente bassa. Inoltre il titolo deve essere composto di 3-8 parole al massimo, oltre avviene una perdita di incisività.
  2. Lunghezza del testo.
    Testi troppo lunghi e scritti in maniera fitta scoraggiano e non vengono letti. La lunghezza del testo di un’email deve essere consona con il messaggio da dare. Se il messaggio è commerciale la lunghezza è nemica dell’incisività.
  3. Formattazione del testo.
    Se il testo è formato da 10 righe giustificate in arial 8, vi assicuro che l’email verrà cestinata all’istante. La formattazione del testo  è fondamentale. Per scrivere una mail convincente è decisamente importante scrivere cambiando spesso grandezza del carattere, utilizzando grassetti per far risaltare le informazioni più importanti e utilizzare anche i colori se necessario, ma con l’obiettivo di rendere piacevole e semplice la lettura della mail.
  4. Scrivi in maniera personale.
    Le email sono comunicazioni poco istituzionali, quindi non necessitano, anzi odiano, una comunicazione che non sia diretta e personale. Se poi si vuole convincere qualcuno è fondamentale non creare distanze inutili.
  5. Prima l’esigenza e poi la soluzione ad essa.
    Per convincere bisogna affrontare due passaggi chiave. Il primo è palesare l’esigenza alla quale si vuole dare soluzione. Per far sentire l’esigenza agli utenti che leggono l’email è bene farlo attraverso domande. Quindi parlare del prodotto o del servizio come soluzione all’esigenza stessa.
  6. Utilizza le immagini con attenzione.
    Il nostro cervello percepisce le informazioni ed impara attraverso le immagini. Quindi l’utilizzo delle immagini nella scrittura di una mail convincente è fondamentale. Ma attenzione a inserire immagini leggere e che siano specifiche o per creare l’esigenza o per dare la soluzione. Inserire un’immagine tanto per farlo è controproducente. Io sono totalmente contrario alle email fatte da solo immagini, perchè a me danno solo l’impressione di essere un altro messaggio commerciale.
  7. Spigere all’azione.
    Non dare per scontato che dopo avere fatto nascere l’esigenza e aver dato la soluzione ( il prodotto/servizio proposto) le persone sanno cosa fare. Vanno guidate, quindi, anche correndo il rischio di ripetersi è necessario ribadire esplicitamente qual è l’azione da compiere.
  8. Essere innovativi e coinvolgenti.
    Ogni utente online riceve mediamente 30 email la giorno, perché dovrebbe leggere la tua? Devi essere coinvolgente, meravigliare e entusiasmare!
  9. N° di invii.
    Un solo invio non è sufficiente per convincere una persona a compire un’azione, soprattutto commerciale. Quindi è necessario far arrivare il messaggio almeno 3-4 volte.
  10. Periodicità dell’invio.
    Inviare troppe email in poco tempo ha due fattori molto negativi: A) si richia di essere denunciati per spam; B) si rischia di non essere presi più in considerazione.
    Per un invio commerciale va bene inviare il messaggio 1 volta a settimana.

Qusti 10 passi, semplici da capire, formano i pilastri su cui sono state costruite campagne di email marketing spettacolari e performanti. Campagne di web marketing che hanno fatto guadagnare molti soldi. Seguire queste indicazioni non garantisce il successo, che dipende da tanti altri fattori come la bontà del prodotto/servizio, ma aiuta tantissimo a migliorare la resa della campagna.

Se avete considerazione, o soprattutto esperienza personali,  su come scrivere una mail convicente scrivetelo nei commenti.

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo alla ricerca di soluzioni per la propria assicurazione auto. Un blog del genere può diventare il punto di riferimento per gli utenti che cercano.

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp