Quanto guadagna un agente immobiliare

Ed arriviamo ad occuparci oggi di quanto guadagna una delle professioni che ha cavalcato la bolla che è scoppiata in un lunedì di un settembre di due anni orsono. No, non stiamo parlando del broker e del mediatore finanziario bensì dell’agente immobiliare.

Quanto guadagna un agente immobiliare?

Prima di dare una rapida ed inesaustiva risposta al “quanto guadagna un agente immobiliare”, diciamo che, pur non hot come negli anni d’inizio millennio, il lavoro di agente immobiliare è tuttora molto sexy, lavorativamente parlando, a patto di fare dei sacrifici e di lavorare duro.

Solitamente le agenzie immobiliari corrispondono ai loro agenti un fisso (intorno ai 700 euro) più una percentuale che va dal 10% al 20% della percentuale corrisposta all’agenzia sulla vendita. Facciamo qualche calcolino rapido. Una agenzia vende un immobile a 200000 euro, con la formula 3%+3% (l’agenzia incassa dal venditore e dal compratore) la percentuale corrisposta all’agenzia sarà di 12000 euro; il 15% di 12000, ossia 1800 euro, è la percentuale corrisposta all’agente o agli agenti. Anche divisa per due o per tre è comunque una bella sommetta, per essere una provvigione. Altre agenzie preferiscono non

dare un fisso ma dare una percentuale vicina al 4% del totale, che pure è interessante trattandosi sui 200000 dell’esempio di 8000 euro.
E pensate che intorno al 2003-2004, vendere una casa a 200mila euro a Milano, Napoli, Roma, Torino, Firenze o Bologna era semplice quanto vendere un ghiacciolo in Nigeria.
Adesso le cose sono un po’ cambiate, ma, per fortuna degli agenti immobiliari, il temuto crollo dei prezzi (-30% -40%) non si è verificato. Perlomeno non ancora, e pertanto un agente immobiliare con una certa clientela e con un portafoglio di immobili importante guadagna ancora bene. Un discorso di percentuale viene fatto anche nel caso di affitto di un immobile, ma in questo caso le percentuali sono molto più variabili, addirittura all’interno dello stesso franchising immobiliare.

Queste grosso modo le percentuali per calcolare, con una alea mica da ridere legata alla chiusura dei contratti, quanto guadagna un agente immobiliare. Al guadagno lordo dell’agente immobiliare vanno sottratte le spese di rappresentanza (auto, vestiti, pranzi con clienti, alberghi, etc) e gli oneri fiscali e previdenziali.

Ovviamente un agente immobiliare con anni di esperienza e con una clientela consolidata avrà qualche chance in più di superare con successo lo scoppio della bolla. E, come in molti altri settori, il settore Luxury darà non poche soddisfazioni. Gli agenti immobiliari che avranno la ventura di occuparsi di dimore, ville, manieri, castelli e magioni di lusso non vedranno intaccati di un centesimo i loro guadagni. Nel loro caso potremmo dire: “Quanto guadagna un agente immobiliare?”. Molto, veramente molto.

5 Commenti a “Quanto guadagna un agente immobiliare”

  • Francesco says:

    Ma chi e sto coglione che ha scritto sto’ articolo?! Ma ha mai seguito un agente imm?

  • Sergio says:

    proprio vero… ogni volta che si apre bocca si perde l’occasione di stare zitti…. AI VENEZIA

  • Mulpo says:

    Beh, non credo si possa proprio definire “coglione”… Il business immobiliare c’é e sempre ci sarà!
    La differenza tra ieri ed oggi è semplice: prima vendevano tutti, anche gli improvvisati venditori di… Patatine, mentre oggi risaltano i veri professionisti che di certo concludono ancora buoni affari per la propria clientela non propriamente occasionale!
    Oggi emergono i consulenti qualificati, come in ogni professione nella quale sia necessario una buona dose di intelletto competenza, prima che della solita capacità commerciale.
    I cosidetti “agenti” che svolgono la loro professione aspettando i clienti di passaggio e si limitano ad aprire e chiudere tapparelle di catapecchie varie, faranno meglio a cambiar mestiere ed andare a vendere caramelle.

    Love and peace.

  • Mulpo says:

    Ps spero proprio che questo periodo non facile prosegua ancora per qualche anno, così da selezionare ancor più il mercato!
    Un saluto affettuoso a tutti i colleghi degni di stima.

  • Max says:

    Per lavorare nel segmento Luxury occorrono investimenti considerevoli pensate che la maggior parte della clientela straniera e’abituata ad essere particolarmente “coccolata” un esempio, cliente russo villa al Forte dei Marmi valore 1,8 mil di euro investimento agenzia: navetta aereoporto Firenze per Forte dei Marmi auto noleggiata Q7 pranzo di pesce all inclusive per 4 persone. Vi chiederete com’e’ andata? Hanno offerto il 30% meno e il proprietario non ha accettato, dunque seppur il segmento Luxury fa gola non e’ tutto oro cio’ che luccica. Nel segmento tradizionale invece al momento si registra interesse per abitazioni max 160 mila parlo di una zona periferica in provincia di Pistoia dunque sono d’accordo con chi ha scritto che riesce a stare in piedi solo coloro che hanno esperienza e buone capacita’ professionali. Un saluto a tutti i colleghi.

Lascia un Commento

Web Marketing e casi di successo

Il web marketing per i professionisti è diventato fondamentale. Ecco un esempio di successo: il VinciConLaMente online.

Un altro esempio di web marketing particolarmente interessante è relativo al risparmio, sempre molto ricercato in Italia. Un sito molto autorevole per questo argomento èNoirisparmiamo.com, sul quale è possibile trovare moltissime soluzioni per risparmiare sugli acquisti, su bollette, e su tanti beni e servizi di necessità.

Inoltre, un argomento particolare ma anche molto cercato per chi vuole fare un "affare" è quello delle Aste Giudiziarie. Se vuoi restare aggiornato e trovare tutte le aste giudiziarie d'Italia visita: Aste Giudiziarie

Infine come ultimo esempio di web marketing sui siti, è utile segnalare l'esempio di una moda tutta giovanile. Quella della ricerca di frasi e aforismi particolari da utilizzare negli sms, nelle chat, nelle email e su watsapp